Una tristissima storia arriva da Belfast, nell’Irlanda del Nord, dove un cane è stato condannato da un giudice alla morte immediata. Lennox, questo il nome dell’animale in questione, non ha commesso alcun reato, non ha aggredito nessun passante e nemmeno ha dimostrato comportamenti pericolosi, eppure la legge non vuole sentire ragioni.

Il cane rientra nelle disposizioni della BSL, la Breed Specific Legislation, che vieta il possesso di alcune razze canine – o di esemplari di una certa taglia – per ragioni di sicurezza. Lennox ha la sfortuna di essere un incrocio tra un Pitbull e un Labrador e, così, i giudici han deciso di ordinarne l’eutanasia. Ma se dai Pitbull Lennox ha preso la stazza, dai Labrador ha ereditato un carattere buono e gentile, tale da non essere una minaccia per nessuno, nemmeno per i bambini.

Sull’opinabilità della legislazione si sono mossi in tanti, con una petizione con oltre 128.000 sottoscrittori, e la mobilitazione di alcune celebrity locali. L’esperienza insegna come i Pitbull non siano cani pericolosi se allevati correttamente, è solo la loro fama legata a combattimenti e altre manie disgustose umane ad aver creato questa falsa credenza. Ma per i giudici contano solo i numeri: Lennox rientra nelle categorie vietate di legge e verrà ucciso, negando ai padroni anche l’ultima possibilità d’appello.

A peggiorare la situazione del cane anche la falsa testimonianza della custode presso il canile giudiziario, che ha affermato come Lennox sia un “disastro in attesa di compiersi”, per poi essere sbugiardata dal Daily Mail da alcune immagini che la ritraggono mentre gioca e il cane le lecca affettuosamente il viso.

Sono stati chiamati esperti di terze parti – ignorati dai giudici – che hanno stabilito la non pericolosità del cane, si è offerta una sistemazione adottiva all’estero, si è fatto di tutto per salvare questo amico a quattro zampe di 7 anni d’età. Ma niente da fare: la sentenza definitiva è stata emessa, Lennox verrà ucciso nei prossimi giorni. Ci si chiede, però, quando si inizierà a legiferare sulla stupidità umana anziché su docilissimi compagni di vita.

13 giugno 2012
I vostri commenti
marioguiso, martedì 13 agosto 2013 alle9:52 ha scritto: rispondi »

il cane e un animale va trattato da animale con rispetto e non come giocattolo banbino con vestiti e quando il cane si difende bisogna capire il perché lo ha fatto io vivo con 2 cani non faccio di loro burattini a comando non avvicino bambini per gioco e se lo fanno faccio capire al bambino che non e un giocattolo. per quanto ai giudici come condannano il cane a morte e sbagliato il cane di taglia media o grossa debbono avere il loro spazio non segregati in appartamenti per far vedereche hai un mastino oun dobberman in casa soffre un cane piccolo e il grande e peggioil cane lo vedi libero in campagna o nel verde e molto più sano comunque dico che lanimale se anno ammazzato il pitbul che gli rimanga sulla coscienza

marcogrigis, martedì 7 maggio 2013 alle15:49 ha scritto: rispondi »

Grazie della segnalazione :)

Lascia un commento