Un nuovo caso di violenza sugli animali arriva dal Regno Unito e, questa volta, vede protagonista un indifeso gatto. Il tutto è accaduto ad Alvaston, nel Derby, dove un felino è stato legato a un paio di razzi pirotecnici, per poi subire le violente ferite dovute all’esplosione. L’animale, purtroppo, non è sopravvissuto all’aggressione.

Il tutto è accaduto la scorsa domenica, quando in un quartiere della piccola cittadina sono stati avvertiti degli scoppi, del tutto e per tutto simili a fuochi d’artificio. Alcuni presenti hanno quindi rinvenuto il gatto, ormai in fin di vita, legato a due razzi pirotecnici. Nonostante sul posto sia stata chiamata un ambulanza veterinaria, per l’animale non vi è stato purtroppo nulla da fare: il quadrupede era gravemente ferito e totalmente sfigurato dall’esplosione.

=> Scopri il gatto con freccette conficcate nel capo


Sam Copeland-Whelan, un’abitante del quartiere intervistata da ITV e ripresa dall’Independent, ha assistito al recupero del corpo del felino, raccontando una testimonianza dai contorni davvero drammatici:

Aveva due razzi legati attorno il suo corpo. Tutto il suo manto era bruciato e una zampa è stata strappata dal colpo.

=> Scopri il gatto impalato su un’asta di bambù


Al momento, la polizia sta indagando sui possibili responsabili, sebbene nessun nome sia a oggi giunto agli inquirenti. Considerato come il maltrattamento sia avvenuto durante la Bonfire Night, una ricorrenza con fuochi e spettacoli pirotecnici tipica del 5 novembre nel Regno Unito, è difficile individuare con certezza i responsabili: molti degli abitanti del luogo, infatti, hanno acceso fuochi artificiali durante le celebrazioni. Nel quartiere, tuttavia, una certa apprensione è stata manifestata dai proprietari di animali domestici, i quali temono che le giornate di festa possano mettere a rischio i loro amici a quattro zampe. Le autorità locali hanno quindi consigliato di mantenere cani e gatti all’interno delle abitazioni finché la situazione non sarà tornata alla normalità, sia per prevenire ai quadrupedi lo stress dovuto ai botti, che per evitare l’azione di malintenzionati ancora a piede libero.

7 novembre 2017
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento