La stagione estiva si avvicina e con essa cresce il numero di italiani che decidono di passare le ore libere sulla spiaggia, che però diventa spesso, a causa dell’inciviltà di molti bagnanti, turisti stranieri compresi, una sorta di “zona franca” in cui rifiuti e altri oggetti portati dal mare si accumulano, rendendo l’ambiente non molto gradevole.

Per dare una mano e arginare il problema da domani i volontari di Legambiente saranno sulle spiagge di tutta Italia per l’edizione 2011 dell’iniziativa “Spiagge e Fondali Puliti – Clean Up the med“.

Grazie all’impegno dei volontari sarà attivata un’azione di pulizia delle spiagge, liberandole dagli oggetti abbandonati dall’uomo e dai sedimenti che inevitabilmente vengono spostati dal mare, senza dimenticare di ripulire altre zone particolarmente sensibili a questi problemi tipo gli argini di laghi e fiumi.

In azione entreranno anche i subacquei, ai quali sarà affidato il compito di ripulire i fondali marini, ma non mancherà una contestuale campagna di sensibilizzazione che punterà a informare la gente sulle questioni legate alle speculazioni, agli abusi edilizi e sui comportamenti corretti da tenere per rispettare l’ambiente, come la raccolta differenziata ad esempio.

“Spiagge e Fondali Puliti” partirà da Bari domani alle 10, per arrivare poi, entro domenica, a pulire le spiagge di Senigallia, nelle Marche, di Marina di Alberese in provincia di Grosseto, di Carini, cittadina alle porte di Palermo, e di tante altre spiagge che si annunciano sempre più affollate nei mesi estivi.

26 maggio 2011
Lascia un commento