I piccoli comuni consumano l’80% dell’energia utilizzata in Europa e sono responsabili della metà dei gas serra emessi in tutto il continente. Lo rivela Legambiente, in occasione del lancio della nuova campagna internazionale “Carovana del Clima“, nata nell’ambito del progetto europeo ZEroCO2 per promuovere politiche di sostenibilità a basso costo tra i piccoli centri dell’Europa mediterranea.

Proprio le risorse finanziarie, infatti, rappresentano il principale ostacolo per l’adozione, da parte delle piccole comunità, di misure di riduzione dei consumi e delle emissioni. Eppure, grazie soprattutto ai finanziamenti comunitari o a investimenti privati, è possibile migliorare l’efficienza energetica delle città anche a costo zero.

Le scelte energetiche che amministratori e singoli cittadini fanno sui territori – ha commentato il vicepresidente di Legambiente, Sebastiano Venneri – sono determinanti per raggiungere l’obiettivo di riduzione del 20% dell’anidride carbonica che l’Europa si è data entro il 2020 aumentando del 20% l’efficienza e l’impiego di fonti rinnovabili. Quasi mai però queste piccole comunità hanno risorse da investire in interventi di efficienza energetica e fonti rinnovabili o le competenze specifiche che servono ad attuarli.

La Carovana del Clima di Legambiente nasce appunto per consentire alle amministrazioni locali un confronto con altri enti pubblici, investitori privati e agenzie per l’energia, individuando buone pratiche e strumenti pratici per ridurre l’anidride carbonica e contrastare i cambiamenti climatici. A cominciare dall’adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors), l’iniziativa europea su base volontaria che riunisce le città impegnate nella lotta al global warming.

Il viaggio della Carovana del clima è Partito qualche giorno fa dalla Lunigiana (la provincia di Massa Carrara è capofila del progetto europeo ZEroCO2), e dal 22 al 25 settembre farà a tappa a Dobbiaco (BZ) dove gli amministratori di piccoli comuni potranno incontrare colleghi che hanno già messo in atto politiche virtuose in campo energetico.

Nei prossimi mesi, la campagna itinerante toccherà anche Grecia, Spagna e Portogallo, per poi tornare in Italia per la conclusione del viaggio, in programma a Bari dal 2 al 4 dicembre, quando la Carovana del Clima sarà ospite del IX Congresso Nazionale dell’Associazione del cigno.

In ogni tappa gli attivisti di Legambiente organizzeranno eventi di vario genere dedicati a studenti, scuole, amministrazioni e imprenditori locali. Si va dalla mostra interattiva realizzata con materiali di riciclo, a giochi e laboratori sui temi della sostenibilità energetica, della green economy e dell’uso delle fonti rinnovabili. Agli imprenditori locali, infine, saranno dedicati seminari tematici sui vantaggi dell’efficienza energetica nei processi produttivi.

12 settembre 2011
Lascia un commento