L’estate è la stagione calda non solo climaticamente ma anche per il tradizionale e drammatico allarme incendi: solo nel 2010, 4.883 roghi hanno devastato una superficie boschiva di 46.537 ettari su i circa 8.675.000 ospitati in Italia. Un problema, tutt’altro che naturale visto che ben il 70% di tali incendi si stima abbia natura dolosa.

La Protezione Civile e Legambiente hanno deciso anche quest’anno di provare ad arginare questa tragedia tramite iniziative di sensibilizzazione della cittadinanza al tema. Nell’ambito del progetto Ecosistema Rischio 2011, ecco allora Non scherzate col fuoco 2011:

Per l’edizione 2011, tutti gli eventi dedicati saranno concentrati nelle cinque regioni che maggiormente vivono il problema degli incendi boschivi: dalla Calabria alla Campania, dalla Puglia alla Sicilia fino in Sardegna per coinvolgere cittadini di tutte le età e amministratori locali nella difesa e valorizzazione dei tesori e delle bellezze che il patrimonio forestale racchiude.

Il ciclo di eventi che permetterà ai cittadini di riavvicinarsi alla natura, scoprendone il valore intrinseco ed imparando a rispettarla, avrà inizio il 15 luglio (domani), secondo il seguente calendario:

  • 15-16 Luglio Puglia – Andria, Doline di Gurgo
  • 17-18 Luglio Campania – Parco del Vesuvio
  • 22-23 Luglio Sicilia – Parco delle Madonie
  • 24-25 Luglio Calabria – Parco del Pollino
  • 29-30 Luglio Sardegna – Monte Vecchio, Guspini

Diverse le attività previste, tra quelle aperte al pubblico e quelle per la messa in “sicurezza” dei boschi:

  • Alla scoperta del bosco: passeggiate, visite guidate, escursioni a cavallo o in bicicletta per ammirare da vicino le incredibili bellezze che i boschi italiani vantano.
  • Sportello al cittadino: saranno allestiti stand informativi dedicati a tutta la cittadinanza dove si potranno ritirare gadget e materiali divulgativi.
  • Puliamo il Bosco: pulizia delle aree boschive dall’immondizia abbandonata, riapertura di sentieri lasciati allo stato di abbandono e resi impraticabili, rimozione delle discariche abusive nascoste tra i boschi: efficaci opere di prevenzione per la salvaguardia del nostro patrimonio forestale dagli incendi.
  • Ecosistema Incendi: ogni anno realizziamo un monitoraggio sulle azioni delle Amministrazioni Comunali nella mitigazione del rischio incendi boschivi per verificare l’applicazione della Legge Quadro 353/2000.

Quest’ultimo punto è forse il più importante. Si tratta di rendere nota al pubblico la legge che impone il vincolo per 15 anni dei territori “incendiati”, verificandone la giusta applicazione da parte degli enti locali. Insomma, lo strumento legislativo forse più efficace contro i pericoli derivanti dalla speculazione.

14 luglio 2011
Lascia un commento