Forse è un modo per rispondere alle continue accuse di essere un grande inquinatore, ma da qualche tempo Google sembra sempre più interessato alle fonti energetiche rinnovabili. Dopo la creazione di un team di esperti in energia low carbon e un massiccio investimento nell’eolico, ora Big G ha deciso di investire 75 milioni di dollari in un progetto della Clean Power Finance nel settore del fotovoltaico.

L’iniziativa prevede l’offerta di pannelli solari in leasing a privati in cambio di un canone mensile per l’utilizzo dell’energia. Si tratta, in altri termini, di un’alternativa più economica per chi non è in grado (o non se la sente) di spendere migliaia di dollari per acquistare un impianto fotovoltaico.

I moduli solari saranno montati sul tetto dell’affittuario direttamente dall’azienda, che si occuperà anche della manutenzione. La sponsorizzazione da parte del colosso di Mountain View permetterà di finanziare l’installazione di pannelli solari sulle coperture di 3.000 abitazioni.

Siamo soddisfatti di contribuire sempre di più alla diffusione dell’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili – ha dichiarato in un comunicato ufficiale il direttore di Google per il green business, Rick Needham – con quest’ultimo investimento la cifra complessiva che abbiamo investito nell’energia pulita raggiunge gli 850 milioni di dollari.

Non è la prima volta, tra l’altro, che Google decide di sostenere il leasing dei pannelli fotovoltaici. Già nello scorso mese di giugno, l’azienda aveva investito 280 milioni di dollari per sostenere un progetto analogo di SolarCity, un’altra società che fornisce moduli solari per uso privato in affitto.

29 settembre 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento