Non è la prima volta che la Terra si trova a fare i conti con il riscaldamento globale, ma in passato l’effetto serra potrebbe essere stato causato dall’attività digestiva dei dinosauri. L’ipotesi compare in un articolo pubblicato da Current Biology, nel quale si legge che durante il Mesozoico, circa 150 milioni di anni fa, i grandi rettili potrebbero aver determinato il surriscaldamento del Pianeta con la loro produzione di metano.

Un gruppo di ricercatori delle università di Liverpool e di Londra ha elaborato un modello formulato sulla base dei meccanismi digestivi delle vacche e degli altri erbivori ruminanti. Negli stomaci di questi animali, infatti, sono presenti colonie di batteri digestivi responsabili della produzione di grandi quantità di metano, che vengono poi rilasciate nell’ambiente attraverso le flatulenze dei ruminanti.

In base alle stime della quantità media di microbi contenuti nello stomaco di un dinosauro e a quelle del numero di grandi rettili presenti all’epoca sulla Terra, risulta che la quantità di gas prodotta complessivamente avrebbe potuto determinare un aumento della temperatura atmosferica nel Mesozoico:

I dinosauri potrebbero aver prodotto più metano di tutte le fonti moderne messe insieme – spiega uno degli autori dello studio, Dave Wilkinson della Liverpool John Moores University – E questo dimostra quanto sia strano e meraviglioso il funzionamento del pianeta.

Ai giorni nostri, le mucche producono tra i 50 e i 100 milioni di tonnellate di metano all’anno, una quantità pari a meno del 20% di quella probabilmente emessa dai sauropodi. Gli autori della ricerca non intendono negare il ruolo degli esseri umani nel cambiamento climatico attualmente in corso, anzi. Sperano che questa scoperta serva a rimarcare l’importanza del ciclo microbi-metano per gli equilibri climatici globali.

8 maggio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
BBC
Lascia un commento