Il 3 novembre, durante la R&D 100 Conference 2016, ci sarà la proclamazione dei vincitori del Premio “R&D 100 Awards“. Nel mondo scientifico sono considerati gli Oscar delle invenzioni in campo tecnologico. Dal 1963 ogni anno un gruppo indipendente di esperti premia le 100 tecnologie più innovative appena introdotte sul mercato, quelle che possono davvero fare la differenza per il nostro futuro. Quest’anno tra i finalisti c’è anche il progetto per le finestre a nanoparticelle fluorescenti, realizzato dall’Università di Milano-Bicocca.

Si tratta di lastre di plastica o di vetro che sono state dotate di nanoparticelle fluorescenti, in grado di catturare e concentrare la luce solare. La tecnologia sulla quale si basano è quella a LSC (Luminescent Solar Concentrators). Responsabili ne sono i professori Francesco Meinardi e Sergio Brovelli, che hanno guidato il team di ricercatori presso il Dipartimento di Scienza dei Materiali dell’istituto.

Il progetto è stato portato avanti con la collaborazione del Los Alamos National Laboratory (Usa) e con l’azienda statunitense UbiQd. Le finestre, realizzate con materiali non tossici, così ideate possono diventare quindi dei pannelli solari e trasformarsi in una fonte energetica per l’alimentazione dei consumi domestici, che va ad integrare quelle tradizionalmente usate e può anche aiutare a rendersi indipendenti dalla rete.

Il Prof. Brovelli esprime soddisfazione per i risultati e spiega quali sono le potenzialità di questo prodotto e le mosse che porteranno quelli che adesso sono dei prototipi sul mercato:

Questa candidatura come finalisti per i prestigiosi R&D 100 Awards, che vedono in gara le migliori invenzioni al mondo, conferma, una volta di più, l’enorme potenziale di questa tecnologia per l’integrazione “invisibile” del fotovoltaico nel contesto urbano.

A questo riguardo l’Università di Milano-Bicocca detiene un portfolio di brevetti chiave per la realizzazione di dispositivi ad alta efficienza e zero impatto ambientale. A breve inizieremo la preindustrializzazione dei nostri prototipi tramite una nuova società spin-off denominata Glass to Power, in costituzione nel prossimo mese di settembre.

31 agosto 2016
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento