Fare il bucato, allenarsi, risparmiare spazio ed energia: sono le promesse a portata di pedalata offerte dalla Bike Washing Machine. La cyclette-lavatrice è stata progettata da un gruppo di studenti cinesi della Dalian Minzu University. Il singolare attrezzo ginnico è stato ideato partendo da una comune cyclette. I designer hanno integrato una lavatrice nella parte anteriore della cyclette, collegando un generatore ai pedali.

Il cestello ruota come in una lavatrice tradizionale. Ad attivarlo non è però la corrente elettrica bensì l’energia della pedalata. L’acqua e il detersivo necessari al lavaggio possono essere inseriti direttamente nel cestello. Per il risciacquo occorre svuotare il cestello e inserire dell’acqua pulita. La lavatrice a pedali è anche in grado di effettuare la centrifuga. È sufficiente svuotare i liquidi del risciacquo e riprendere a pedalare vigorosamente per eliminare dal bucato l’acqua in eccesso. L’energia della pedalata alimenta anche il display.

La Bike Washing Machine potrebbe rappresentare un buon compromesso per chi ha poco spazio in casa e non può acquistare sia una lavatrice che una cyclette. I ricercatori cinesi spiegano che il bucato e l’esercizio fisico sono entrambe attività che vanno compiute almeno una volta alla settimana. Concentrarle in un unico momento della giornata e in un solo apparecchio sarebbe molto utile.

Il costo della cyclette-lavatrice al momento non è noto perché la Bike Washing Machine non è ancora entrata in commercio. Il prototipo ha però già riscosso grande interesse. La lavatrice non necessitando di energia elettrica potrebbe essere molto utile nelle aree rurali dei Paesi in via di sviluppo, che non hanno ancora accesso alla rete.

La lavatrice presenta un’altra interessante caratteristica: il generatore interno può fungere da accumulatore di energia ricaricando gratuitamente cellulari, lampade e altri piccoli dispositivi elettronici. Chi ama allenarsi sul tapis roulant può invece attendere il debutto sul mercato di un altro attrezzo futuristico: la lavatrice attivata dalla corsa. L’apparecchio, inventato dal designer coreano Si Hyeong Ryu, è simile a una grande ruota per criceti.

26 febbraio 2016
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento