LAV, uova di Pasqua contro la vivisezione: in piazza il 24-25 marzo

LAV in piazza contro la vivisezione il 24 e 25 marzo. Nelle maggiori piazze italiane saranno aperti i banchetti dei volontari con informazioni, il calendario delle attività e la possibilità di firmare petizioni e richieste nei confronti del Governo per vietare in Italia la sperimentazione sugli animali. In più come ogni anno, la Lega Anti-Vivisezione distribuirà le Uova di Pasqua del Commercio Equo e Solidale.

LAV ricorda come quella della sperimentazione sugli animali sia una piaga che costringe milioni di esemplari ogni anno a morire di dolorosissime malattie pur di testare cosmetici, farmaci e detersivi. Test che una sempre crescente parte dello stesso mondo scientifico considera inutile e fuorviante. Come ricorda la biologa Michela Kuan, responsabile nel campo della vivisezione per la LAV:

Non esiste una sperimentazione buona: gli animali destinati alla vivisezione sono trasportati e catalogati come merce deperibile vivendo la loro breve esistenza nel terrore, tra sofferenza e agonia. Vedere queste atrocità come evoluzione della ricerca è immorale e totalmente ingannevole. L’Italia non può e non deve perdere questa occasione per dare una svolta importante sul piano scientifico ed etico alla ricerca, a vantaggio della salute di tutti.

I banchetti LAV saranno presenti in quasi tutte le regioni italiane, per conoscere il luogo più vicino a voi basta consultare il sito internet dell’iniziativa. Perché come recita lo slogan LAV di quest’anno: “Farli ammalare non ci farà guarire”.

23 marzo 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Giovanni, sabato 12 marzo 2016 alle20:54 ha scritto: rispondi »

A quei Bastardi che fanno Le crudelta' agli Animali un giorno capitera' anche a loro. Giovanni (Lucca)

Irene , domenica 22 marzo 2015 alle20:22 ha scritto: rispondi »

Bastardi queste crudeltà inutili vanno fermate

maria, venerdì 23 marzo 2012 alle12:50 ha scritto: rispondi »

non si può ne vedere ne sentire questi maltrattamenti bisogna fare assolutamente qualche cosa.

Lascia un commento