Il latte di cocco è il prodotto liquido della macinazione fine della polpa dell’omonima noce, addizionato con acqua. A differenza di quanto comunemente ritenuto, perciò, non si tratta del liquido che sgorga dal frutto fresco alla sua apertura. Per chiarezza, si specifica come quest’ultimo liquido prenda il nome di acqua di cocco.

=> Scopri le proprietà dell’olio di cocco


Questo liquido dolce è un derivato del cocco essiccato e macinato, noto anche come farina di cocco. Si tratta di un prodotto che si trova facilmente in commercio, famoso soprattutto per il consumo come bevanda remineralizzante e rinfrescante o, ancora, per le preparazioni dolci di pasticceria. Il latte di cocco può essere preparato anche in casa a partire proprio dalla farina: basterà aggiungere a quest’ultima acqua o latte bollenti, facendo poi riposare il composto per 10-12 ore a temperatura ambiente, mescolando di tanto in tanto. Terminato il tempo di riposo, il latte di cocco deve essere filtrato per rimuovere le scaglie della farina rimaste in sospensione. A questo punto il prodotto è pronto per essere consumato.

Vediamo quali sono le proprietà del latte di cocco, le sue controindicazioni e come realizzare una bevanda rinfrescante con questo ingrediente.

Proprietà nutrizionali del latte di cocco

Il latte di cocco è un alimento piuttosto calorico: una porzione da 100 ml apporta quasi 200 kcal. Questa considerazione è utile soprattutto se sta seguendo una dieta ipocalorica a scopo dimagrante, a meno che non sia il sostituto di uno spuntino al pomeriggio, magari durante la stagione calda estiva, quando è utile per il suo potere remineralizzante. La bevanda è infatti nota per il buon apporto di sali minerali, soprattutto ferro, calcio, magnesio, fosforo e potassio. Il contenuto vitaminico è, invece, trascurabile.

=> Scopri la farina di cocco


Il latte di cocco è noto soprattutto per il contenuto di acidi grassi, circa il 20% del peso. Il più abbondante è l’acido laurico che, a differenza di altri grassi saturi, ha dimostrato di avere un effetto positivo sulla concentrazione plasmatica di colesterolo “buono”.

Questa bevanda apporta anche una buona quantità di fibre alimentari: il 2% circa del peso. Un fatto che ne sottolinea il valore come spuntino anche nel corso di una dieta dimagrante: le fibre hanno sempre un buon potere saziante.

Controindicazioni del latte di cocco

Questo alimento liquido non presenta particolari controindicazioni all’uso. L’unico fattore da tenere realmente in considerazione è l’apporto calorico. Il latte di cocco si trova facilmente anche in lattina da 33 cl, per un contenuto di circa 350 kcal.

=> Scopri l’apporto nutritivo del cocco


Consumato con altri snack o alimenti, aumenta notevolmente l’energia del pasto. Nell’ambito di questa considerazione, l’unico effetto avverso è quindi l’uso inappropriato e l’indesiderato aumento di peso.

Bevanda rinfrescante al cocco e ananas

Ingredienti per due persone:

  • 100 ml di latte di cocco;
  • 200 ml di succo fresco di ananas;
  • 50 ml di acqua frizzante.

Conservate tutti gli ingredienti in frigo prima della preparazione. Al momento dell’uso, mescolate in una caraffa i liquidi e servite la bevanda fresca, con ghiaccio finemente tritato.

8 marzo 2017
Lascia un commento