Il latte biologico è sempre più amato dagli italiani. Anche questa particolare produzione seguirebbe il generale orientamento positivo del settore bio, che ha visto una crescita rispetto al 2013 del 17,3%. A confermarlo è Assolatte, che presenta in anteprima alcuni dei dati contenuti nel rapporto “Bio in cifre 2014″ redatto da SINAB e ISMEA.

Secondo i dati riportati la fetta di mercato del latte biologico sarebbe del 7,3%, a fronte di una crescita rispetto allo stesso periodo 2013 del 16,3%. Un orientamento positivo che si riflette su tutta la filiera lattiero-casearia del comparto bio, compresi quindi yogurt, burro, formaggi e latticini.

Mentre gli italiani dedicano all’intera filiera ben il 15,5% della loro spesa dedicata al cibo biologico (+3,2% rispetto al 2013), la stessa catena di produzione si conferma ai primissimi posti per quanto riguarda la trasformazione di latte bio in prodotti di consumo: mentre l’Italia sfiora il 12% (11,9%) il resto dei Paesi europei fatica a superare quota 10%.

Dati che confermano una generale crescita del comparto biologico e segnano ancora una volta in più la sempre maggiore preferenza accordata dagli italiani alle produzioni biologiche e ai prodotti trasformati basati su materie prime ottenute secondo metodi produttivi bio. Frutto questo anche dell’aumentata offerta di cibo biologico sugli scaffali, sia delle maggiori distribuzioni che del settore discount.

30 luglio 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento