Si avvicina sempre più all’orbita terrestre l’asteroide 200 YU55, il corpo celeste grande come una portaerei (il suo diametro è infatti di circa 400 metri) che viaggia a una velocità di quasi 65.000 chilometri all’ora, cioè 18 chilometri al secondo. L’asteroide non impatterà comunque con la Terra, ma passerà a una distanza di 324.000 chilometri, quindi un po’ più vicino della Luna, una distanza che, in termini astronomici, è molto ridotta e rappresenta un record in quanto mai prima d’ora un oggetto di questo tipo e di queste dimensioni era stato visto passare così in prossimità del globo terrestre.

Il passaggio di 2005 YU55 è previsto per 00.28 del 9 novembre, quindi meno di mezz’ora dopo la mezzanotte, e si potrà vedere in maniera eccellente tramite appositi telescopi (non sarà visibile a occhio nudo) dall’Italia. Secondo gli astronomi, che attendono con trepidazione il passaggio del corpo celeste per studiarne le caratteristiche, si tratta di un sasso color carbone in grado di rivelare molte informazioni interessanti per lo studio di questi oggetti.

Come spiegato infatti dall’astrofisico del Planetario di Roma e responsabile del progetto Virtual Telescope, Gianluca Masi:

Con i suoi 400 metri di diametro, l’asteroide 2005 YU55 è il più grande che sia mai stato visto passare così vicino alla Terra negli ultimi decenni, e il più grosso tra quelli che passeranno entro il 2028. Il suo passaggio ci offre un’occasione d’oro per studiare nei dettagli la sua forma, le dimensioni e il periodo di rotazione.

Scoperto nel 2005 (da qui una parte del nome), l’asteroide viene seguito da diversi giorni dagli studiosi del Deep Space Network della Nasa a Goldstone, in California e da oggi riceverà le attenzioni del radar di Fondo Arecibo, a Puerto Rico. Il suo passaggio sarà comunque visibile anche nelle notti successive, quindi in fase di allontanamento della Terra, quando si presenterà come un corpo brillante a coloro i quali utilizzeranno un telescopio con diametro di almeno 20 centimetri.

Per quanti non vogliono perdersi questo storico passaggio, ma non sono in possesso di telescopi sufficientemente potenti, sarà il Web a venire in auto, grazie alla possibilità di seguire il percorso di 2005 YU55 direttamente online, tramite lo streaming in diretta che prenderà il via stasera alle ore 21 sfruttando le immagini fornite dal Virtual Telescope dell’osservatorio astronomico Bellatrix di Ceccano, in provincia di Frosinone, seguito da una serata speciale organizzato dal Planetario di Roma per venerdì 11 novembre.

.

8 novembre 2011
Fonte:
I vostri commenti
Francoarena28@hotmail.it, mercoledì 9 novembre 2011 alle11:22 ha scritto: rispondi »

ma nessuno sa quale sia la piu grande vederla e statto fantastico anzi enspiegabile  ma che dico nascostaio lo so e nel 1997 che l"asteroide piu grande sfioro i cieli di italia e europa

Simone Perucci, martedì 8 novembre 2011 alle23:33 ha scritto: rispondi »

mi sono iscritto ma non si vede la diretta, come mai? 

Aviatora86, martedì 8 novembre 2011 alle23:30 ha scritto: rispondi »

ma la diretta come si fa a vedere voi lo avete capito?

Mafri Capasso, martedì 8 novembre 2011 alle21:33 ha scritto: rispondi »

Dove si vede la diretta?

Claudio Bartolini, martedì 8 novembre 2011 alle19:47 ha scritto: rispondi »

mi sono iscritto : ma dove vedo la diretta dell'asteroide non si capisce

Lascia un commento