Le lampadine a risparmio energetico potrebbero essere pericolose per la salute. A sostenerlo è uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori della State University di New York di Stony Brook e pubblicato sulla rivista scientifica Photochemistry and Photobiology, secondo il quale le lampadine a fluorescenza potrebbero creare danni anche molto gravi alla pelle.

Sotto accusa, in particolare, ci sono i raggi ultravioletti di tipo C e A emessi da questo tipo di lampadine, che possono causare un invecchiamento precoce dell’epidermide, ma anche danni alla pelle e, in caso di esposizioni molto prolungate, l’insorgenza di alcune forme di cancro.

I raggi emessi dalle lampade a risparmio energetico, in pratica, interferirebbero con due diversi tipi di cellule della pelle: le cheratinociti, che rappresentano il 95 % dello strato più esterno, e i fibroblasti dermici, che si trovano nel tessuto più profondo. Questa interazione, secondo gli studiosi che hanno firmato lo studio, equivarrebbe addirittura a “prendere il sole all’Equatore”. Nessun allarmismo eccessivo, comunque. Secondo i ricercatori basta usare qualche piccolo accorgimento per minimizzare i rischi.

Spiega la studiosa Miriam Rafailovich:

L’esposizione alle lampadine a risparmio energetico può non essere motivo di allarme per coloro che hanno montato le lampade fluorescenti compatte in plafoniere, ma dovrebbe essere una preoccupazione in caso di distanza ravvicinata, ad esempio se si sceglie di montarle nelle lampade da scrivania o da tavolo.

Nessun problema, invece, per le “vecchie” lampadine a incandescenza, che però consumano molta più energia, tanto da essere state messe al bando dall’UE. Rischi presenti ma più contenuti, infine, per le lampade fluorescenti colorate, dal momento che il colore agisce in qualche modo da filtro per i raggi ultravioletti. Da tenere in ogni caso sotto controllo, però, la rottura accidentale di qualsiasi lampadina a risparmio energetico, a causa della fuoriuscita di mercurio.

Fonte Stonybrook.edu

8 agosto 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Matteo Billé, giovedì 9 agosto 2012 alle12:43 ha scritto: rispondi »

Mi sorge una domanda spontanea. Come può una lampada ad risparmio energetico produrre raggi ultravioletti se il vetro di cui è rivestita non è trasparente a questa gamma di lunghezze d'onda?!

Lascia un commento