La propulsione ibrida prova a mettere a segno un altro colpo nella gara per la conquista dei segmenti più sportivi della produzione automobilistica e lo fa con la Lamborghini Asterion LPI 910-4, una supercar a doppia alimentazione che il costruttore emiliano presenta al Salone di Parigi 2014.

La nuova Lamborghini Asterion è un prototipo con carrozzeria a due posti che ha il primato di essere la prima vettura ibrida della storia del marchio. La concept presenta un aspetto composto da forme più morbide e sinuose rispetto alla consueta produzione Lamborghini, solitamente affidata a tagli decisi e a linee tese per ottenere vetture che mostrano un forte senso di dinamismo già nell’aspetto.

Il nome del modello ispira un senso di mitologico e non può essere altrimenti, perché Asterione (Asterion in inglese) è il nome del Minotauro, l’essere metà uomo e metà toro della mitologia greca. Come per altri modelli Lamborghini, le lettere “L” e “P” indicano rispettivamente la disposizione e la collocazione del motore, mentre la “I” è la novità che rappresenta la propulsione ibrida di questa supercar italiana. I numeri “910” e “4” si riferiscono invece alla potenza complessiva, che ammonta a ben 910 cavalli, e alla presenza della trazione integrale.

Lo schema scelto dal costruttore vede l’impiego del motore V10 di 5,2 litri già visto sulla Lamborghini Huracán e capace di erogare 610 cavalli sull’asse posteriore. All’unità termica si affiancano tre motori elettrici (per ulteriori 300 cavalli di potenza), comprese le due unità posizionate sull’asse anteriore che consentono alla Asterion di poter contare sulla trazione 4×4 permanente. Ad alimentare i motori elettrici c’è una batteria agli ioni di litio sistemata nella zona del tunnel centrale, per un aggravio di peso complessivo dovuto al sistema ibrido calcolato dal costruttore in 250 chilogrammi.

Le prestazioni della concept Lamborghini Asterion sono ovviamente in linea con la tradizione del marchio e consistono in una velocità massima di 320 km/h e in un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3 secondi netti. I consumi sono invece di 4,21 litri ogni 100 km e le emissioni di CO2 raggiungono i 98 grammi per chilometro, azzerandosi del tutto se si decide di sfruttare la possibilità di viaggiare in modalità elettrica, seppur con una percorrenza massima limitata a 50 km.

Lamborghini non ha parlato della possibilità di produrre la Asterion ibrida in serie, ma è probabile che la sua esposizione al Salone di Parigi serva per vedere le reazioni di critica e pubblico, forse in vista di un possibile piano per aggiungere un modello di questo tipo alla gamma nei prossimi anni.

3 ottobre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento