Bracciano è il lago più inquinato del Lazio: sono i dati di Goletta dei Laghi, iniziativa di Legambiente che da anni, ogni estate, misura la qualità delle acque dei laghi italiani. E quest’anno, per la Regione Lazio le notizie sono buone: complessivamente, i laghi laziali sono migliorati, grazie alle campagne dell’associazione in collaborazione con le istituzioni, COOU, il Consorzio Obbligatorio Oli Usati e Novamont.

Nel report di Legambiente rientrano le analisi microbiologiche condotte nei laghi di Bracciano, Albano, Bolsena, Posta Fibreno, Turano, Salto e Vico: su 23 punti analizzati dai tecnici di Goletta dei Laghi, 4 sono risultati fortemente inquinati e 4 inquinati, mentre il resto dei punti rientrano nei limiti di legge.

Il Lago di Bracciano è il sito che crea più allarme: su 5 prelievi effettuati, 4 punti risultano critici- cioè fra il fortemente inquinato e l’inquinato- fra Anguillara Sabazia e Trevignano Romano. Segue il Lago di Albano, con un punto fortemente inquinato, nel Comune di Castel Gandolfo, e uno inquinato, nel Comune di Rocca di Papa.

Terzo posto nella classifica delle acque inquinate va al Lago di Bolsena, nella Provincia di Viterbo, che ha restituito due campioni inquinati. Segnali positivi invece per il Lago di Posta Fibreno e il Turano, prima attentamente monitorati, che risultano adesso entro i limiti di legge. Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, ha spiegato:

Guardando ai risultati che presentiamo oggi, possiamo affermare di aver ben capitalizzato gli sforzi per la tutela dei bacini lacustri regionali. Occorre potenziare gli investimenti su reti fognarie, condotte circumlacuali e depurazione, individuare i progetti più urgenti da finanziare subito e pianificare nuove azioni da sostenere con il POR 2014-2020 europeo, rivolgendo particolare attenzione alle aree interne.

Un caso a parte è il Lago di Vico, migliorato molto rispetto agli anni precedenti: oltre alle acque, i tecnici di Goletta dei Laghi hanno analizzato anche campioni di sedimento sulle sponde, per valutare l’annoso problema dell’arsenico. Benché le acque siano risultate non inquinate, il valori riscontrati sono comunque superiori di due o tre volte rispetto ai limiti stabiliti dalla legge.

Con il passaggio della Goletta dei Laghi vogliamo ribadire il nostro impegno verso la salvaguardia a 360 gradi dei nostri laghi, richiamando le istituzioni a impegnarsi in progetti speciali di bonifica, come nel caso del Lago di Vico, che non può più attendere ulteriori ritardi

Ecco i risultati del monitoraggio dei laghi della Regione Lazio di Goletta dei Laghi – Legambiente

Bracciano (RM)

  • Fortemente Inquinato: Fosso della Lobbra, Fosso Grotta Renara, Anguillara Sabazia, fosso Pizzo Prato;
  • Inquinato: Trevignano Romano (via della Rena e via San Pietro):;
  • Entro i limiti di legge: Anguillara Sabazia (presso via R. Belloni, 43).

Albano (RM)

  • Fortemente Inquinato: Castel Gandolfo (spiaggetta presso Via Spiaggia del Lago 28/c);
  • Inquinato: Rocca di Papa (rio a metà del bosco sulla sponda orientale del lago);
  • Entro i limiti di legge: Castel Gandolfo (incrocio tra Via Spiaggia del Lago e la ss140dir- spiaggia presso Via dei Pescatori 17.

Bolsena (VT)

  • Inquinato: Capodimonte (Spiaggia in Viale Regina Margherita), Montefiascone (Foce torrente presso il parco giochi);
  • Entro i limiti di legge: Bolsena (Foce del Fosso del cimitero), San Lorenzo Nuovo (Canale in località Prati Renari), Marta (Spiaggia  presso via Cava).

Posta Fibreno (FR)

  • Entro i limiti di legge: Canale all’altezza di via Carpello 57, Fiume Fibreno (emissario).

Turano (RI)

  • Entro i limiti di legge: spiaggetta sotto la provinciale Turanese, all’altezza dell’incrocio con Strada S.Anatolia Valle Pero, spiaggetta sotto la provinciale Turanese, all’altezza dell’incrocio con la strada per Castel di Tora.

Salto (RI)

  • Entro i limiti di legge: spiaggia presso Via Giovanni XXIII, spiaggia presso Via Francesco Silvi, 13.

Vico (VT)

  • Entro i limiti di legge: Spiaggia a sud-est del lago, Spiaggetta sotto la strada per San Martino, Spiaggetta in località Scardenato.

18 luglio 2013
I vostri commenti
Riccardo, giovedì 18 luglio 2013 alle18:42 ha scritto: rispondi »

e Martignano se lo sono dimenticato?

Lascia un commento