Una brutta disavventura, quella vissuta da una famiglia di Scandicci in Toscana, vittima di un crudele furto in casa. I ladri sono entrati nell’abitazione con l’intenzione di recuperare più oggetti e accessori possibili, sottraendo soldi, gioielli e articoli di lusso. Ma questo non è bastato ai malviventi che, senza ritegno, hanno sottratto due cuccioli di razza Boxer di soli trenta giorni. Una scoperta terribile per i proprietari che, al loro ritorno, hanno trovato l’abitazione sottosopra per il doppio furto. Sebbene alla mancanza dei soldi e dei gioielli sia possibile sopperire, sulla sottrazione dei due cuccioli la famiglia non può e non vuole sorvolare.

Per questo motivo la proprietaria di casa ha deciso di attivare un passaparola serrato, pubblicando lo scatto dei due piccoli cagnolini attraverso il suo profilo Facebook.

=> Scopri il Deutscher Boxer


Il social più famoso del mondo si è mosso immediatamente e la condivisione della notizia ha preso il via in modo rapidissimo, raggiungendo quota 7.087 share. Nelle due foto presenti su Facebook, i cuccioli appaiono mentre vengono allattati artificialmente, aiutati a crescere dai proprietari proprio a causa di un problema della madre. Per questo motivo, il ritorno a casa è indispensabile e fondamentale per la sopravvivenza dei due piccoli.

=> Scopri il Boxer che corre su due zampe


Accanto alle immagini, la proprietaria ha allegato un annuncio e una richiesta per riabbracciare i due non ancora svezzati, offrendo al contempo una ricompensa. La donna non può perdonare il gesto terribile, che potrebbe arrecare problemi ai due cagnolini qualora non venissero seguiti e cresciuti nel modo corretto. Come mostrano le foto del suo profilo, la passione per i cani è grande e profonda: tanti i quadrupedi immortalati negli albumi presenti sul social. Sul caso stanno indagando i Carabinieri, intervenuti immediatamente sul posto. Forse il passaparola serrato potrebbe arrivare agli autori del furto che, toccati dalla richiesta, potrebbero riconsegnare in piccoli in forma anonima.

25 maggio 2017
Fonte:
Lascia un commento