In Italia, il 33% dei cittadini preferisce acquistare pesanti confezioni di acqua al supermercato piuttosto che berla dal rubinetto, perché non c’è fiducia e si crede che l’acqua comprata sia più sicura e controllata.

Proprio per questo, Legambiente sarà sabato 20 e domenica 21 marzo nelle piazze italiane per lanciare un’interessante iniziativa, chiamata “Acqua di rubinetto? Si grazie!”, mirata a sensibilizzare le persone circa i vantaggi di quest’ultima.

Gravi le conseguenze dovute all’acquisto dell’acqua imbottigliata e queste sono relative all’intero processo di produzione, trasporto, distribuzione e smaltimento.

Se infatti per produrre le bottiglie sono necessari 350mila tonnellate di polietilene tereftalato (Pet), 665mila tonnellate di petrolio e un enorme emissione di gas che mettono a serio rischio l’aria, trasportarle non è da meno. Questa fase influisce sulla qualità dell’aria che respiriamo perché se nemmeno una bottiglia su cinque viaggia sui treni, le restanti viaggiano su strada.

Infine, dato davvero importante, purtroppo in senso negativo, è quello indicante che solo un terzo delle bottiglie di plastica utilizzate per l’acqua minerale viene raccolto in modo differenziato e destinato al riciclaggio, mentre i restanti due terzi finiscono in discariche e inceneritori.

Se acquistare l’acqua imbottigliata porta solo ad effetti negativi per le tasche (a Roma, una famiglia di tre componenti paga 177 ? per un consumo di 200 mc di acqua) e per l’ambiente, sarebbe bene ridurre il consumo di acqua minerale, che nel nostro Paese ha raggiunto cifre per nulla invidiabili, e utilizzare invece quella presa dal rubinetto.

Ma se un italiano su tre non si fida a berla, iniziative simili a quella proposta da Legambiente potrebbero aiutare a sensibilizzare circa i vantaggi ambientali che questa ha, insieme al risparmio economico. Con questi metodi, forse, qualcosa si potrebbe muovere.

18 marzo 2010
I vostri commenti
LULU, giovedì 26 maggio 2011 alle18:36 ha scritto: rispondi »

dove vengono messe a disposizione dei cittadini le analisi dell'acqua fatte dai comuni??? nella mia zona rimini riccione coriano e limitrofi l'acqua è gialla e fino a che non vedrò le analisi tengo il mio motto....ACQUA DEL RUBINETTO????? NO GRAZIE!!!!

Karl, venerdì 19 marzo 2010 alle17:12 ha scritto: rispondi »

Ciao Floriana, abito a Busto Arsizio in provincia di Varese. Mi sembra che il fatto di dover pulire periodicamente i filtri non sia una cosa drammatica e, inoltre, i sassolini e la sabbia non sono velenosi e devo anche riconoscere che la qualità dell'acqua è molto buona. Quello che mi ha scocciato è il fatto che quello che miu è capitato è successo per ben 3 volte in una settimana (cosa mai successa prima tranne in occasione di lavori sulle tubature eseguiti nelle vicinanze). Come vedi, non sono a priori contro l'acqua potabile distribuita dal comune ma certamente il trovarmi l'acqua marrone non è una piacevole sorpresa. E poi, la mia maestra delle elementari diceva che: "la prima volta si perdona, la seconda si condona ma alla terza si bastona". Io sono già arrivato a tre... Ciao Floriana e, se l'acqua che ti ritrovi contiene solo qualche sassolino, non avertene a male e bevila pure: anche i medici mi hanno detto che non fanno male.

GioSaccone, venerdì 19 marzo 2010 alle16:12 ha scritto: rispondi »

A me vien in mente anche quando "una volta" c'era il lattaio: si viaggiava con le solite bottiglie di vetro e si usavano quelle per portare a casa il latte...

Floriana Giambarresi, venerdì 19 marzo 2010 alle12:27 ha scritto: rispondi »

Ciao Karl, dove abiti? Io ho lo stesso problema, periodicamente sono costretta a togliere il filtro dai rubinetti per pulirlo da sabbia e sassolini che lo intasano, impedendo all'acqua di scendere normalmente. Per fortuna però mi evito l'acqua marrone, che non l'ho mai vista. Per questo motivo dunque sono costretta a comprarla.

Karl, venerdì 19 marzo 2010 alle12:00 ha scritto: rispondi »

Sono ormai anni che anch'io predico di usare l'acqua del rubinetto ma, durante quest'ultima settimana, sono stato assalito da parecchi dubbi. Per ben tre volte si sono sentiti rumori molto forti nelle tubazioni della durata di pochi di secondi. Dopo questo rumore, il rubinetto non erogava più acqua. Tolto il filtro, l'ho trovato completamente intasato di terra e sassolini e da tutti i rubinetti di casa è scesa una decina di litri di acqua marrone. Immaginate se avessi aperto un rubinetto senza filtro e, senza controllare, mi fossi fatta una bella minestra! Faccio presente che nelle vicinanze non c'erano lavori visibili sulle tubazioni.

Lascia un commento