Labrador subisce un intervento chirurgico umano

Fino a dove si può spingere l’amore di un proprietario verso il proprio cane? Quel è il confine che divide uomini da animali? Per Lycka questa separazione non esiste più, la giovane cucciola di Labrador di 9 mesi può vantare un primato assoluto. Colpita da una rarissima malformazione cardiaca, aveva bisogno di essere operata con urgenza. Molti gli ostacoli verso la via della guarigione, primo tra tutti il costo che ammonta intorno ai 3.000 euro.

Non solo, anche una serie di strutture chirurgiche veterinarie non in grado di salvare la sua vita. In cura presso la Maison-Alfort a Parigi la piccola sembrava non avere speranze, il team di esperti considerava la rottura dell’arteria troppo complessa e grave. Ma al posto di desistere e dimettere il cane, il gruppo di veterinari si rivolge all’ospedale Montsouris nel 14esimo arrondissement. Nulla di atipico, forse un nuovo consulto, se in realtà la struttura di riferimento non fosse un un ospedale per persone.

Vista la grande padronanza del problema, la tecnica, l’esperienza in materia e una struttura all’avanguardia, al team di veterinari è sembrata la soluzione più ovvia. Una prima volta importante, un cane operato con tecniche nuovissime come sottolineato dal French Society for the Protection of Animals, SPA. Ma nonostante il chirurgo abbia rinunciato al compenso, operando gratuitamente, la cifra dell’operazione rimane invariata cioè 3.000 euro.

Il proprietario di Lycka, impossibilitato a pagare tutta la quota, è stato sostenuto dalla SPA la quale si è occupata di saldare il 70% del conto. Richiedendo quindi il supporto di sostenitori e amici, attraverso una pagina a tema aperta su Facebook. L’iniziativa ha colpito il pubblico della rete, il quale si è mosso velocemente coprendo quasi completamente la cifra mancante. Si prospetta quindi un risultato positivo entro il 20 dicembre, data ultima dell’evento.

Ma nonostante l’iniziativa emozionante e la buona causa, tutta la situazione ha destato scalpore e malcontento. In particolare tra i medici di altri ospedali, i quali avrebbero preferito un impiego diverso della cifra, delle risorse e dell’operazione.

3 dicembre 2012
Fonte:
Lascia un commento