Si trova in Italia il labirinto più grande al mondo. Più precisamente a Fontanellato, in Provincia di Parma, all’interno della tenuta di Franco Maria Ricci. La costruzione è compresa tra i Castelli del Ducato di Parma e Piacenza e porta il nome di “Labirinto della Masone“.

=> Scopri i 5 luoghi fantasma da visitare in Italia

L’estensione del Labirinto della Masone è di circa 7 ettari, con un percorso realizzato attraverso l’impiego di 200 mila piante di bambù appartenenti a 20 specie differenti. L’altezza di questi arbusti va dai 30 centimetri delle varietà più piccole ai 15 metri del Phyllostachys vivax “Aureocaulis” (anche detto “Bambù gigante”). Tre i chilometri totali percorribili al suo interno.

La sua realizzazione lo accosta ai labirinti romani, dai quali tuttavia si discosta per la presenza di biforcazioni, per via della presenza di un quadrato centrale e campi interconnessi sviluppati intorno al nucleo.

=> Guarda il fenomeno spettacolare delle bolle di ghiaccio del Lago Abraham

Un luogo dove poter passeggiare “smarrendosi di tanto in tanto, ma senza pericoli”, con la possibilità di far volare la propria mente verso pensieri lontani. Così lo aveva immaginato Franco Maria Ricci, che per la sua realizzazione si ispirò al racconto di Minosse e del Minotauro, ovviamente progettandone una versione “addolcita” e in grado di immergere i suoi visitatori nella pace e nel benessere del verde.

All’interno della corte centrale vi è una piramide, due ampie sale per lo svolgimento di eventi e un edificio al cui interno è ospitata una galleria d’arte. È aperto al pubblico a partire dal giugno del 2015.

Il labirinto si trova lungo Strada della Masone a Fontanellato ed è aperto tutti i giorni, a eccezione del martedì, dalle 10:30 fino alle 19. È previsto un biglietto d’ingresso di 15 euro riservato ai gruppi, mentre per i singoli il tagliando è da 18 (previste riduzioni, 10 euro, per i bambini da 6 a 12 anni e gratuità per i più piccoli).

20 gennaio 2017
Lascia un commento