Una Zebra A Pois cantava la magnifica Mina. E una zebra a pois è quella che è stata avvistata da un fotografo animale in Kenya, con grande sorpresa di tutti coloro che han sempre pensato si trattasse di un esemplare frutto della fantasia. Certo, non ci si deve aspettare una zebra maculata come quella dei cartoon, bensì un individuo normalmente a strisce ma con dei curiosi puntini sul dorso.

Sì, la zebra a pois realmente esistente non è tutta ricoperta di puntini, ma solo in alcune zone del suo corpo. Un fatto di per sé straordinario, mai osservato prima in natura, sintomo di qualche mutazione genetica non ancora ben compresa. A effettuare lo scatto Paul Goldstein, un fotografo da tempo impegnato nel ritrarre gli animali nel loro habitat selvaggio, un uomo che di zebre ne ha viste in grande quantità nella sua esistenza.

Goldstein ha avvistato per la prima volta la zebra a pois circa due anni fa, ma non è riuscito a riprenderla in fotografia sin da subito, perché l’animale è apparso molto aggressivo. Un fatto inconsueto per le zebre, solitamente molto sociali, ma giustificato dal fatto che l’esemplare da tempo è costretto a vivere in piena solitudine, forse abbandonato dal branco proprio per questa sua curiosa caratteristica fisica. Un’ipotesi che sembra essere confermata anche dalle numerose cicatrici rinvenute sul suo corpo.

«La criniera è corta e completamente nera, mentre i segni sulle zampe sono completamente diversi dalle zebre normali. Ha inoltra la forma di un asinello ed è molto più scura, con questi incredibili pois sul dorso. Ogni zebra in Africa ha piccole differenze a seconda della famiglia, ma questo esemplare ha portato tutto all’estremo.»

Gli esperti stanno ora cercando di capire se si tratti di un individuo unico o se, invece, esista una sottospecie di zebre a pois ancora da scoprire. Se ne saprà di più, probabilmente, nei prossimi mesi.

19 ottobre 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento