Un successo nel nome dell’ibrido. Fin dal 1997, anno del lancio della prima versione, la Toyota Prius ne ha fatta di strada, in tutti i sensi, tanto da arrivare a toccare, dopo 13 anni, la quota di 2 milioni di esemplari venduti.

Per la precisione, si tratta di 2.012.000 esemplari immatricolati nei 70 paesi, tra Giappone, Europa e Nord America, in cui attualmente la compatti di casa Toyota è commercializzata.

Un simile risultato appare emblematico anche per due motivi: sia perché la Prius è stata la prima auto ibrida in assoluto ad essere prodotta, andando di fatto a “costruire” un mercato che prima del suo arrivo non esisteva, sia perché il modello, che come detto ha visto la luce nel 1997, è stato distribuito fuori dal Giappone solamente dal 2000, quindi tre anni dopo il suo debutto sul mercato interno.

Numeri che testimoniano il successo della vettura giapponese ovviamente, ma che, di riflesso, testimoniano anche il successo della motorizzazione ibrida ottenuto con il costante aumento della richiesta, da parte dei clienti, di vetture moderne e confortevoli provviste di sistemi di alimentazione alternativi ai tradizionali veicoli con il solo motore a combustione termica.

Adesso altri traguardi attendono la Prius, con l’ambizione di contribuire a far arrivare la quota di modelli ibridi di nuova immatricolazione a ben 1 milione all’anno, obiettivo ambizioso forse, ma sicuramente alla portata.

8 ottobre 2010
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Carlo Zanolini, lunedì 11 ottobre 2010 alle12:17 ha scritto: rispondi »

Ho acquistato la PRIUS ultimo modello nel febbraio 2010. Sono soddisfattissimo!!! Ottima tenuta di strada. Silenziosa. Consumi bassissimi in città. Grande bagagliaio e ottima abitabilità. Ottima ripresa sia in modalità "ibrida" che in modo "power". Sistema di navigazione chiarissimo e ben usabile. Invece il tetto apribile e fotovoltaico può essere considerato (visto anche il costo) un optional di cui si può fare probabilmente a meno a meno (il tetto fotovoltaico non fa entrare in funzione l'aria condizionata, ma solo una ventola che, in estate, cambia l'aria" della vettura parcheggiata quando la temperatura all'interno della vettura sale, con risultato buono ma non eccezionale sul confort. Ricordo che la Prius emette nell'aria 89 g/km di CO2pur essendo un 1800 di cilindrata (La FIAT 500 Twin Air ne ne emette 92g/Km con 500 cc di cilindrata!!!)

Lascia un commento