La terza età degli animali è la parte finale di un percorso condiviso con gli amici umani, molto spesso troppo breve rispetto alla longevità della vita umana. Se è molto più facile incontrare cani, gatti, pappagalli, criceti e simili in età avanzata, è molto più complesso trovare animali da fattoria sulla via del tramonto. In particolare ancora in vita e non destinati all’industria della carne.

Isa Leshko, fotografa 40enne, ha voluto cimentarsi con questo progetto per affrontare a sua volta il difficile distacco da una madre anziana vittima del morbo di Alzheimer. Il suo è un lavoro delicato, sensibile, empatico, atto a catturare la dignità che si cela dietro all’espressione incanutita di un animale anziano. Impossibile non pensare che anche un compagno a quattro zampe, come un parente anziano, possa provare sentimenti contrastanti nei confronti del tempo che avanza inesorabile. Paura, ansia, dubbi, sgomento, fragilità: un compendio di emozioni che caratterizzano anche la terza età degli animali.

Il lavoro di Isa Leshko ha messo in evidenza, con onestà e sincerità, la fisicità traballante ma diretta di molti animali da compagnia. Un animale anziano è un essere delicato, fisicamente fragile, ma non per questo privo di vitalità e gioia. Semplicemente la sua vita sarà meno strutturata, atta a godere delle piccole gioie del quotidiano: una grattata d’orecchio, una carezza, il sole che scalda il muso, un piccolo plaid adagiato sulle ossa infreddolite. La gioia di un anziano compagno a quattro zampe è pura e sincera, e per questo pulita.

Quello che sfugge ai più è che un animale anziano è ancora in grado di donare amore e riconoscenza, forse ancora più di un cucciolo. Non a caso molti centri per anziani in Usa permettono ai loro inquilini di soggiornare con i loro cani e gatti. La positività della presenza di un animale da compagnia, anche se anziano, è unica e assoluta. Fortemente voluta e incentiva anche da molte associazioni, che si occupano del recupero dei pazienti da traumi fisici e psicologici.

L’adozione di un cane o di un gatto anziano, e perchè no di un animale da fattoria se possibile, è un gesto molto altruistico che garantirà amore e affetto assoluto. Del resto un piccolo amico anziano non chiede molto in cambio, gli basta un pò di cibo morbido, una ciotola d’acqua e un tappetino comodo dove sonnecchiare beato<.

14 marzo 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento