Arriva ottobre portando in dono i colori dell’autunno, delle foglie gialle, rosse e arancioni, delle zucche e delle castagne. Anche i sapori di una tavola che non stanca mai, ma conforta, protegge dai malanni e dona energia per contrastare i primi sbalzi di temperatura.

Questo primo accenno di autunno è giunto blandamente con qualche pioggia di stagione, ma le temperature rimangono calde e godibili anche con le prime arie fredde della sera che portano i primi raffreddori. Per questo frutta e verdura accorrono in aiuto, offrendo tutti i loro benefici per una guarigione rapida. La spesa di ottobre riconferma gli ingressi di settembre, favorendo novità interessanti e succose.

=> Fare la spesa, tutte le curiosità

Le specialità del mese sono molto interessanti, nutrienti e per sfruttare i loro benefici è importante rispettarne la stagionalità temporale. Una decisione che può rivelarsi utile sia dal punto di vista ambientale che economico, magari preferendo frutta e verdura prodotta in zona e di provenienza italiana.

La spesa di ottobre, come anticipato, è una panoramica sulla tavola autunnale che lentamente ci accompagnerà verso la stagione invernale. A dispetto delle credenze le offerte sono tante, colorate e utilissime a contrastare l’invecchiamento del corpo e della mente. Veri e propri scudi contro il tempo e contro i batteri.

Verdura di ottobre

Per quanto riguarda la verdura la regina incontrastata rimane la zucca, già incontrata a fine agosto e conosciuta nel dettaglio a settembre. Dalla polpa golosa e dolciastra trova largo impiego in cucina, ma anche come elemento decorativo per le festività di Halloween.

Le zuppe del mese non possono considerarsi complete senza la presenza della zucca, ma anche di un altro ingrediente simbolo dell’autunno: il fungo. Dalla fine dell’estate fino all’autunno inoltrato la raccolta di questo piccolo amico del sottobosco caratterizza le scampagnate degli esperti, sempre attenti a cogliere i prodotti più sani e adatti al benessere della tavola e del corpo. I funghi sono la vera new entry del mese, in tandem con il cavolo in tutte le sue declinazioni, i tartufi, il radicchio e il topinambur.

Riconferme invece per porri, rape, bietole, broccoli, carote, cavoli, cavolfiore, fagioli, fave, piselli, cipolline, valerianella, cicoria e cicorino, lenticchie, ceci, sedano e lattuga, rucola, spinaci, aglio, erba cipollina e ancora aromi come rosmarino, basilico, timo, origano, maggiorana e menta.

=> Gnocchi di zucca con funghi, ricetta per Halloween

I funghi sono un vero scrigno prezioso ricco di benefici e proprietà, contengono fosforo, rame, zinco, potassio, selenio, magnesio, lisina e triptofano, ma anche molte vitamine del gruppo B. Ricchi d’acqua sono ideali per chi segue un regime dietetico, perché nutrono, proteggono, ma non ingrassano.

Si possono consumare sia crudi che cotti, proteggono le ossa, il sistema immunitario, sono antiossidanti naturali e possiedono proprietà antitumorali. Aiutano a contrastare l’anemia, contengono insulina naturale ed enzimi che favoriscono la scomposizione degli zuccheri, proteggono le ossa, il cuore e la mente.

Frutta di settembre

Ottobre accoglie ancora i benefici effetti del fico e dei fichi d’India, ma anche delle nocciole e delle mandorle, prugne, susine, gli ultimi frutti di bosco quindi l’uva la grande presente dell’autunno. Posto in tavola per le novità quali caco, castagna, mela, melagrana, alchechengi, banana, carruba, sorbe e corbezzoli.

L’arrivo dell’autunno è legato all’immagine delle castagne che scoppiettano sul fuoco, cotte con la padella d’ordinanza oppure tra le braci del camino o in forno. Nutrienti e ricche di sostanza sono state per lungo tempo il cibo migliore per chi aveva poco da portare in tavola. Grazie al loro apporto di minerali, proteine e amminoacidi risultavano ideali per combattere i cali energetici.

Le proprietà sono tante, ad esempio non contengono glutine quindi sono adatte per chi ne è intollerante. Contrastano la stanchezza e la spossatezza, rinforzano i muscoli, rigenerano i nervi, arginano l’invecchiamento, rinvigoriscono il sistema immunitario e svolgono il ruolo di antiossidanti naturali. Fanno bene alla prostata, non ingrassano e combattono il colesterolo; vere amiche della tavola di ottobre e del benessere del corpo.

3 ottobre 2016
Lascia un commento