La spesa di novembre: verza, cachi e rapa nella cesta

Novembre, insieme a gennaio, è sicuramente il mese più malinconico e piovoso dell’anno: segna infatti un calo drastico delle temperature e dell’umore. Il cielo si incupisce, le giornate sono più corte e il buio giunge tristemente prima, anche grazie al cambio dell’ora legale. Tutto concorre per rendere il quotidiano anonimo e faticoso, in attesa di un periodo più luminoso come il Natale. Per contrastare questo momento intriso di grigio, accorrono in aiuto cibi e prodotti di stagione, trasformando la tavola in un momento di conforto, protezione e pieno di calore.

Frutta e verdura del mese che rendono il banco della spesa colorato, profumato ma anche pieno di energia, utile a combattere il freddo di novembre. Nonostante la terra sia in un momento di pausa e riposo da produzioni e coltivazioni, non cessa di offrire prodotti gustosi e importanti per la salute. Per questo, il paniere della spesa può contare sulla presenza di molte proposte succose, golose, corroboranti ma anche ideali per chi segue una dieta. Benessere, poche calorie, tanta energia per combattere il lento avanzare dell’inverno.

Verdura

Verza

Tante le riconferme per quanto riguarda la cesta delle verdure che rimarrà invariata per quasi tutto il periodo autunnale e invernale, con qualche ingresso interessante. Possiamo ritrovare carote, patate, cipolla, aglio, insalata, cipollotto, rucola, ceci, sedano, spinaci, tarassaco, cima di rapa, costa, lenticchie, valerianella e valeriana, scalogno e songino, broccoli, cavolo, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles e cavolfiore, zucca, radicchio, porri e funghi. Fanno il loro ingresso effettivo la rapa, la verza, i finocchi e il cardo. Tra gli aromi ancora presenti si può fare affidamento su menta, basilico, erba cipollina, maggiorana, timo, origano, rosmarino, salvia e peperoncino, quindi prezzemolo e dragoncello.

=> Scopri la ricetta degli involtini di verza


La verza è sicuramente una verdura piena di proprietà salutari perché ricchissima d’acqua, per un quantitativo pari al 90%, quindi di proteine, fibre, zuccheri, carboidrati, sali minerali, vitamine e amminoacidi. Poco calorica e senza grassi, è un prodotto utile alla salute del corpo in grado di riportarlo in equilibrio e contrastare l’ulcera. Decongestiona, tonifica, aiuta la digestione e la circolazione, sfiamma e favorisce la diuresi e la pulizia del tratto intestinale. Si può gustare nel risotto, lessata oppure saltata in padella, può sostituire la pasta e diventare involtino per lasagne originali o per polpette alternative, quindi trasformarsi in vellutata saporita, in ripieno per paste e ravioli, fino ai classici crauti di origine tedesca.

Frutta

Cachi

Discorso simile anche per la frutta di stagione, che vede la riconferma del melone invernale, delle ultime prugne, quindi fico d’india, uva, mela, ribes, lamponi, frutta secca, pere e castagne. Novità tra gli agrumi che vedono la comparsa delle arance, clementine quindi tra le novità cachi, kiwi e la primissima melagrana.

=> Scopri le proprietà dei cachi


I benefici cachi, dal gusto dolce, sono una protezione validissima contro il colesterolo, combattono i gas intestinali e la stitichezza, rafforzano le difese proteggendo vista e cute, ma sono poco indicati per chi soffre di diabete o di problemi intestinali. Si posso gustare semplicemente così, al cucchiaio con l’aggiunta di una pallina di gelato, oppure trasformarti in mousse, in torta, in frittelle oppure in marmellata, fino a diventare parte integrante di insalate e spiedini di frutta e formaggio stagionato.

5 novembre 2018
Lascia un commento