La spesa di novembre: finocchio, bietola e carciofi in tavola

Novembre inizia le sue giornate con una pioggia battente e temperature basse, un’anteprima del lungo inverno che ci attende. Per questo è importante scaldare il corpo, l’animo e il cuore con qualcosa di confortante e avvolgente. Una buona zuppa calda di verdure di stagione, ad esempio, potrebbe ritemprare e fornire benzina per il nostro cervello. Oppure una gustosa e soffice torta alla frutta. Stimoli sensoriali per il palato e per il corpo è quello che ci garantisce la ricca cesta di novembre, ma anche un’azione depurativa e decongestionante. Una spesa, come sempre, all’insegna del rispetto del ritmo circadiano delle stagioni. Un acquisto, quindi, mirato e a basso impatto ambientale.

La spesa di novembre conferma molta frutta e verdura del paniere di ottobre, con qualche piccola ma importante novità. Tra le riconferme per quanto riguarda la verdura troviamo: cavolfiore, cavolo cappuccio e cavolo verza, sedano rapa, piselli, rafano, radicchio, cipolla, coste, indivia, fagioli, topinambur, carote, porro, rapa, rucola, sedano, spinaci, zucca e funghi. Tra le novità troviamo il finocchio povero di grassi e altamente depurativo, dal gusto croccante e intenso regola la digestione perché ricco di fibre. Contiene potassio, calcio, fosforo, sodio, magnesio, ferro, zinco, manganese e selenio, oltre a vitamina A e C. Il finocchio, ottimo sia crudo che cotto, è un alleato per il fegato e il sangue, le sue proprietà depurative risultano importanti per la salute del nostro organismo.

Tra le novità troviamo anche la bietola ricca di molti minerali quali fosforo, magnesio, ferro, calcio, potassio e di vitamina C. è un antinfiammatorio naturale per le infiammazioni intestinali, inoltre è molto adatta come elemento rinfrescante e depurativo per l’apparato digerente. Le sue proprietà favoriscono l’equilibrio cardiovascolare in particolare per chi soffre di anemia, infatti possiede un alto livello di acido folico che favorisce la metabolizzazione del ferro. Ottima consumata cotta appena acquistata, magari lessata e saltata in padella con un filo di olio EVO e poco pepe. Ma nella cesta della spesa possiamo trovare anche la cicoria, una verdura facile da recuperare nei campi e per questo di umile provenienza. Ottima perché disintossicante e depurativa, regola le funzioni dell’intestino e del fegato e favorisce la secrezione della bile e la diuresi. Inoltre è un toccasana per i reni, per i quali favorisce la purificazione dalle tossine presenti nel sangue. Indicata la cosumazione cruda, cotta e in decotto.

Infine possiamo trovare il carciofo, ricco di ferro, rame, zinco, carboidrati e di vitamina C, oltre che di inulina un principio attivo indispensabili nella diminuzione del livello di colesterolo e dei trigliceridi. Dal gusto leggermente amarognolo è perfetto per il fegato, in particolare se assunto crudo così da non disperdere i benefici durante la cottura. Possiede un alto potere antiossidante ed è un ottimo antitumorale, e contiene la cinarina la quale stimola la rigenerazione delle cellule epatiche esposte ai danni provocati da tossine e alcool.

Per quanto riguarda la frutta le riconferme di stagione sono: castagne, uva, mele, pere, fico, susine, cachi, melagrane, ananas, alchechengi, banana, carruba e corbezzoli.

Nuovo arrivo per il Kiwi prezioso e importante per combattere i mali di stagione, perché è il frutto che contiene il più alto livello di vitamina C. Inoltre è ricco di potassio, vitamina E, rame e ferro che combinati insieme conferiscono al kiwi caratteristiche antisettiche e antianemiche. è un frutto indispensabile per contrastare l’insorge di molte patologie quali neoplasie, aterosclerosi, insufficienza cardiaca, morbo di Alzheimer e di Parkinson perché previene la morte delle cellule.

6 novembre 2012
Lascia un commento