La spesa del mese di maggio segue la strada impostata dal mese precedente con la succosa anteprima delle fragole, ora pienamente confermate come segnale inequivocabile della bella stagione. Nonostante le giornate di sole a volte cedano il passo alla pioggia e alla grandine improvvisa, nella cesta del mese potrete trovare ottime primizie ricche di profumo e sapore.

E sono proprio le fragole a colorare la nostra tavola, fornendoci un apporto importante di Vitamina B, E, K, sali minerali come sodio, ferro, potassio, fosforo e magnesio. Inoltre in pochi sanno che le fragole contengono moltissima Vitamina C, anche più dell’arancia, il loro quindi è un ruolo importante oltre che invitante.

Tra le novità della spesa di stagione possiamo trovare le prime nespole giapponesi, dall’inconfondibile gusto e dal vivace colore arancione. Grazie al loro basso contenuto di zuccheri e all’alta percentuale di acqua, oltre a contenere molta vitamina B e C e folati, le nespole risultano molto indicate per chi affronta una dieta ma al contempo necessità di energia.

Tra le riconferme importanti troviamo anche il kiwi, e una new entry: la ciliegia. Tra i frutti più interessanti di stagione grazie all’alto livello di acqua, Vitamina A e C, sali minerali, risultano adattissime anche per i diabetici perchè contengono levulosio cioè uno zucchero naturale sano. Altre conferme importanti per mele, pere, pompelmo e arance.

Per quanto riguarda la verdura la novità è rappresentata dalla barba di frate, molto simile all’erba cipollina, una verdura rustica dal gusto leggermente acidulo ma interessante. Ricca di Vitamina A e C è l’ideale se servita in modo semplice, cioè cotta a vapore con un filo di olio EVO. Riconfermato l’asparago insieme al broccolo, la barbabietola, il carciofo, la carota, il finocchio, il cicorino, i cipollotti, la borragine, i fagiolini, il prezzemolo e le anteprime di aprile. Da segnalare le novità del mese: fave, piselli, radicchio rosso e patate novelle.


Mentre il radicchio è ideale per depurare l’organismo, magari all’interno di un’insalata atipica composta da fragole e finocchio e condita con un filo di aceto balsamico e olio EVO, le fave sono un toccasana per chi soffre di anemia. Aiutano ad aumentare i livelli di dopamina nel cervello, quindi molto caldeggiate per chi soffre del morbo di Parkinson; infine grazie all’abbondante presenza di fibre aiutano la fase depurativa del nostro organismo.

Come sempre meglio scegliere alimenti di stagione, sicuramente più economici e più sani, oltre che di provenienza locale per sposare la filosofia del km zero. Controllate che l’aspetto e il colore della verdura e della frutta appaia sempre sano, ricco e al tatto sodo, non importa che sia perfetto ma che risulti salubre.

8 maggio 2012
Lascia un commento