Gennaio è arrivato con in dono un’alternanza di temperature fredde e più miti, ma anche un carico di influenza stagionale. Per questo motivo la spesa di questo mese è un vero toccasana per la nostra salute: agrumi, Vitamina C e bioflavonoidi in abbondanza. Frutta e verdura già anticipata dal mese natalizio, ma che ora trova la sua massima espressione.

Per il paniere di gennaio rivolgete la vostra attenzione a prodotti made in Italy, magari di provenienza locale favorendo così la produzione a chilometro zero. Il vantaggio di questa spesa mensile è una presenza compatta di alimenti molto ricchi per il nostro corpo. Tanta frutta e molta verdura, una barriera naturale contro l’influenza di stagione, oltre che una ricarica energetica per il nostro organismo.

>>Leggi la guida all’alimentazione a chilometro zero

Sono proprio i bioflavonoidi, o Vitamina C2 presente nella polpa bianca degli agrumi, a lavorare in assetto costante con la Vitamina C per proteggere e rafforzare i vasi sanguigni e in particolare i capillari. Inoltre contrastano la formazione di vene varicose, i gonfiori alle gambe e addominali. Sono un toccasana per la vista e svolgono il ruolo di antiossidanti naturali. La combinazione di Vitamina C e C2 crea una protezione antibatterica, antinfettiva e antitumorale.

>>Leggi le ricette delle zuppe e vellutate invernali

Per questo a gennaio è importante acquistare arance, kiwi, mandarini, mandaranci, limone, pompelmo, mela, pera e tanta frutta secca (noci, fichi, prugne, uvetta, datteri, albicocche). Un’occasione unica per preparare una saporita insalata di arance con datteri, pistacchi sgusciati e mandorle. Tagliate i pistacchi a pezzetti, quindi eliminate il nocciolo dai datteri e tagliateli a cubetti. Sbucciate le mandorle e sfilettatele, quindi eliminate la buccia dalle arance e tagliatele a fette sottili. Disponetele su un piatto, leggermente sovrapposte, quindi cospargetele con il trito di pistacchi, le mandorle e i datteri. Irrorate con acqua di fiori d’arancio, servite fredda appena tolta dal frigorifero.

Per quanto riguarda la verdura troviamo molte riconferme della spesa del mese passato e di stagione, come ad esempio la barbabietola, i broccoli, i carciofi, il cavolfiore, i cavolini di Bruxelles, il cavolo nero, il cavolo verza, le rape, il sedano, la zucca, le patate, il topinambur, gli spinaci, le carote, l’indivia, i porri e il radicchio rosso. Non vi sono novità eclatanti ma una continuità produttiva tipica di questa stagione invernale.

10 gennaio 2013
Lascia un commento