La soia può favorire lo sviluppo del tumore al seno. Ad affermarlo i ricercatori statunitensi del Memorial Sloan Kettering Cancer Centre di New York, secondo i quali l’alimento naturale agirebbe come una sorte di accelerante per la replicazione delle cellule tumorali.

Lo studio USA è stato condotto su 140 donne affette da tumore al seno di tipo invasivo, tutte destinate a intervento chirurgico per la rimozione della neoplasia. Nei 30 giorni precedenti all’operazione a metà di loro è stato chiesto di assumere polvere di soia contenente genisteina, mentre l’altra età ha assunto un placebo.

Secondo i dati raccolti prima e dopo l’operazione, i ricercatori hanno affermato come si siano verificate, soltanto nelle donne che hanno assunto soia, alterazioni in alcuni dei geni isolati dalle cellule tumorali deputati alla promozione della crescita cellulare.

Stando ai risultati ottenuti i ricercatori sono stati quindi portati ad affermare come la soia potrebbe giocare un ruolo negativo nel processo tumorale, stimolando una più rapida diffusione delle cellule malate.

Dati ancora preliminari, che necessiteranno di approfondimento per accertare l’effettivo rapporto tra accelerazione della crescita tumorale e soia, come ha spiegato la Dr.ssa Jacqueline Bromberg:

Sebbene i geni siano stati accelerati, non è chiaro se questo si traduce poi a tutti gli effetti in una crescita tumorale. La preoccupazione però è che questo possa essere potenzialmente vero, malgrado solo il 20% delle pazienti che ha assunto soia abbiamo mostrato livelli davvero elevati di metabolica ginesteina.

A preoccupare i ricercatori è soprattutto la quantità necessaria a produrre i cambiamenti individuati, circa 51,6 grammi, una dose equivalente a circa 4 tazze di latte di soia. Un quantitativo che può risultare ancor più raggiungibile in caso di dieta vegetariana o vegana.

Particolare attenzione dovrebbero quindi prestare, conclude la Dr.ssa Bromberg, coloro a cui viene diagnosticato un tumore al seno ai primi stadi:

Se attualmente avete un tumore al seno ai primi stati non consumate grandi quantità di soia. Se avete avuto un tumore al seno consumate soia, ma con moderazione.

8 settembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento