La ‘rivoluzione verde’ sta contagiando sempre nuovi settori e da tempo ha reso più sostenibile anche la produzione e il confezionamento di scarpe e vestiti, almeno in alcune aziende. La notizia di oggi, però, non riguarda un piccolo produttore di nicchia, anticonformista e attento all’ambiente, ma un noto marchio della grande distribuzione: la Puma.

L’azienda tedesca, nota in tutto il mondo per i suoi articoli sportivi, ha dichiarato di lavorare già da tempo con alcuni partner per sviluppare prodotti eco-efficienti. Il progetto nello specifico prevede la realizzazione di scarpe e t-shirt che, testuali parole, ‘potranno essere sepolti in giardino’. Si tratta quindi di articoli realizzati con materiali di facile smaltimento, 100% biodegradabili e compostabili, che faranno risparmiare sulla raccolta dei rifiuti.

La Puma si era già mostrata interessata a seguire le nuove tendenze della moda ‘verde’ realizzando  la borsa Clever Little, una scatola per scarpe prodotta con il 65% di carta in meno e con un consumo sensibilmente minore di energia, acqua e carburante.

A proposito del nuovo progetto Franz Koch, Chief  Executive Officer di Puma, ha dichiarato alla rivista economica tedesca Wirtschaftswoche:

Nel ciclo biologico è possibile realizzare articoli sportivi che siano compostabili in modo che possano essere distrutti e seppelliti nel giardino sul retro. Stiamo lavorando su prodotti che rispondano a questi due criteri. Siamo certi che nel prossimo futuro saremo in grado di portare le prime scarpe, magliette e borse, che sono riciclabili o compostabili, al mercato.

Lo scenario proposto è quanto meno originale e divertente: ci aspetta davvero un futuro in cui le scarpe si acquisteranno al banco della frutta e verdura e si smaltiranno in un giardino per farle diventare compost?

Fonte:  The Guardian

14 novembre 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Teresa Acampora, sabato 1 settembre 2012 alle23:08 ha scritto: rispondi »

Scrivi il tuo commento qui.questa gente non si ferma

hogan prezzi, lunedì 5 dicembre 2011 alle6:43 ha scritto: rispondi »

Consigli molto utili: il correre (come qualsiasi altro sport) necessita infatti di un paio di scarpe adeguato per proteggere al meglio il piede e anche la postura. E’ vero che un’ eventuale cor­rezione dell’ appoggio del piede durante la corsa può essere personalizzata con plantari costruiti su misura, ma è anche vero che questi potrebbero essere controproducenti e quindi è consigliata una visita da un podologo in questi casi. 

TERESA ACAMPORA, mercoledì 30 novembre 2011 alle23:51 ha scritto: rispondi »

AL SITO DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO SEZIONE BREVETTI E MARCHI CAMERA DI COMMERCIO DI BELLUNO A NOME TERESA ACAMPORA DATA 14/08/2007 E STATO PRESENTATO BREVETTO CONCESSO PER ABBIGLIAMENTO COMPLETO E ACCESSORI ANCHE USA E GETTA , COMBUSTIBILE, COMPOSTABILE AUTOESTINGUENTE PER VIVI E PER DEFUNTI sONO IN GRADI PRODURRE NUMEROSISSIMI PRODOTTI ESONO L'UNICA A POTERLI IMMETTERE SUL MERCATO ITALIANO. 3409122221

TERESA ACAMPORA, mercoledì 30 novembre 2011 alle23:09 ha scritto: rispondi »

ANDATE AL TAG ''ABBIGLIAMENTO COMPOSTABILE '' AL COLLEGAMENTO AMICA DELL'AMBIENTE 2008 HO GIà POSTATO IL MIO PROGETTO DI ABBIGLIAMENTO COMPOSTABILE CON ACCESSORI DA SMALTIRE NELL'UMIDO.

Lascia un commento