La nuova tecnologia verde Fiat MultiAir nelle macchine Chrysler

A marzo Fiat aveva annunciato il suo nuovo sistema elettro-idraulico MultiAir. Questo è un sistema di controllo del motore che consente di realizzare progetti più semplici, con minori esigenze di potenza, minori costi, minori consumi oltre che una migliore risposta dall’acceleratore.

Questa tecnologia verde debutterà nel 2010 nella nuova Alfa MiTo e in futuro verrà usata in una famiglia di piccoli motori a quattro cilindri (sia aspirati che turbo) sviluppati per il mercato europeo.

Secondo indiscrezioni riportate da GreenCar, la nuova alleanza Fiat-Chrysler contribuirà al passaggio di questa tecnologia oltreoceano nelle nuove produzioni realizzate dal binomio automobilistico sotto la guida di Marchionne.

MultiAir dovrebbe garantire una riduzione del 10% nelle emissioni di anidride carbonica, del 60% di protossido di azoto (N2O), un aumento del 10% nella potenza erogabile, una aumento del 15% dell’accoppiamento. Questa nuova tecnologia ecologica dovrebbe anche essere efficace nell’aiuto al motore in partenza da freddo e nelle fasi di riscaldamento, con una riduzione del 40% nelle emissioni di monossido di carbonio e idrocarburi non bruciati.

Il risparmio nei consumi di carburante sarà nell’ordine del 25% anche grazie alle ridotte dimensioni del motore necessario. Aumentare le prestazioni riducendo le emissioni e l’impatto ambientale sono grosse promesse che daranno una mano al gruppo torinese nella conquista dei mercati americani assieme alla rinnovata Crysler.

23 giugno 2009
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento