Goop è un sito di lifestyle pieno di consigli dell’attrice Gwyneth Paltrow. Nulla di nuovo insomma, in realtà non è così perchè questo sito sarebbe in realtà pieno di bufale. Se a gennaio avevano sponsorizzato un uovo di giada per le donne da inserire nella vagina che avrebbe donato molti benefici, bollato poi dai ginecologici come potenzialmente molto pericoloso, ora è il turno degli stickers che migliorano la salute.

Questa volta, per sponsorizzare questi 120 adesivi, Goop e soci hanno dichiarato che questi adesivi utilizzano tecnolgie della NASA per raggiungere l’obiettivo di donare benessere a chi decide di attaccarseli sulla pelle. Peccato che proprio la NASA abbia dichiarato che sono tutte falsità e abbia denunciato per frode Gwyneth Paltrow stessa.

Gli adesivi venduti dalla “BodyVibes” si dice che, presumibilmente “riequilibrino la frequenza energetica nei nostri corpi”. Sono progettati per essere attaccati sulle spalle, sulla schiena, sul braccio o sul petto per un tempo massimo di un mese. Per risultati ottimali Goop consiglia persino di bere molta acqua per “aumentare la conducibilità naturale del corpo”.

Secondo il sito Gizmodo, la società aveva dichiarato che originariamente questi adesivi erano stati stampati utilizzando lo stesso materiale spaziale della NASA con cui si realizzano le tute degli astronauti:

“Gli adesivi Body Vibes (realizzati con carbonio condensato, lo stesso che la NASA utilizza per poter monitorare i segni vitali degli astronauti durante le missioni) vengono pre-programmati ad una frequenza cardiaca ideale, permettendo loro di regolare gli squilibri”

Questa descrizione che si trovava sugli adesivi è stata rimossa quando la NASA è intervenuta sostenendo di non usare carbonio per le proprie tute spaziali e accusando quindi la Paltrow e co. di frode. Goop si è difeso sostenendo che quelle parole erano pensate per evidenziare prodotti e offerte uniche, trovando vie alternative aperte per incoraggiare la conversazione. Ora gli adesivi, almeno in parte, sono stati tolti dal mercato.

30 giugno 2017
Immagini:
Lascia un commento