Per una volta non parliamo di un progetto futuro ma di un’opera “verde” già realizzata e funzionante. Infatti la linea M1 della metropolitana di Milano, gestita da ATM, da tre mesi è alimentata in parte da energia fotovoltaica. I pannelli solari sono stati installati sul tetto di un deposito della società cittadina di trasporti e occupano una superficie di 23 mila metri quadrati. L’impianto produce 1,4 milioni di kilowattora all’anno e da fine novembre 2009 ha già risparmiato l’immissione in atmosfera di circa 70 tonnellate di CO2.

Il progetto dà a Milano e all’Italia anche un primato europeo: si tratta infatti del primo metrò in Europa a funzionare, anche se parzialmente, grazie all’energia del sole.

Inoltre l’impianto è una delle realizzazioni di maggiore dimensione nel nostro paese ed è assolutamente a costo zero per la collettività: realizzato con il “finanziamento tramite terzi”, l’investimento è stato affrontato dall’azienda (Dedalo ESCO) a cui ne è affidata la gestione. Dedalo ESCO rientrerà dell’investimento rivendendo la corrente attraverso il Conto Energia mentre ATM percepirà un canone per l’affitto del tetto interessato dal progetto.


Elio Catania
, presidente e amministratore delegato di ATM ha spiegato:

L’avvio dell’attività del tetto fotovoltaico del deposito di Precotto è un tassello importante del piano d’efficienza energetica messo a punto da ATM a partire dal 2008. Il progetto, che coinvolge tutti i processi produttivi, porterà ad un risparmio medio di 14 milioni di kWh/anno di energia elettrica tra il 2007 e il 2010.

9 marzo 2010
I vostri commenti
Ratamusa, mercoledì 10 marzo 2010 alle17:22 ha scritto: rispondi »

Splendido....

Teo, mercoledì 10 marzo 2010 alle9:53 ha scritto: rispondi »

La tanto brutta metrò milanese allora fa qualcosa di buono!! ^_^

Lascia un commento