La leonessa transessuale con la criniera

Il leone è il re delle foreste e il suo segno distintivo è la folta criniera, che lo rende maestoso e affascinante. Una caratteristica fisica unicamente maschile, tuttavia condivisa da una speciale leonessa. È stata rinvenuta presso l’Okavango Delta in Botswana ed è un esemplare femmina del grande felino, dotata però di criniera. Le motivazioni non sono ben note, ma pare che tutto sia riconducibile a una problematica connessa agli ormoni.

La leonessa transessuale, così ribattezzata visti i suoi caratteri secondari maschili, è già da qualche anno che vede la sua criniera allungarsi a dismisura. Un fatto che ne aveva provocato il momentaneo allontanamento dal branco, sebbene nelle ultime settimane pare che gli altri leoni l’abbiano finalmente accettata.

Non è possibile stabilire con certezza la natura del carico ormonale dell’esemplare perché, vivendo in libertà, non è di certo semplice avvicinarlo. Ma gli scienziati sembrano avere delle motivazioni ipotetiche decisamente valide: la leonessa potrebbe aver subito una sbagliata suddivisione cromosomica in fase embrionale e sarebbe così dotata sia di cromosomi maschili che femminili, sebbene non vi sia una differenziazione genitale. Non è, infatti, un leone ermafrodita, ma a tutti gli effetti un leone transgender.

La leonessa è quasi sicuramente sterile, ma questo non le impedisce di vivere una vita piena all’interno del suo branco. Dopo l’iniziale indifferenza, pare che ora sia una delle regine della caccia proprio per la sua grinta tipicamente maschile.

24 ottobre 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento