La lavanda fa davvero rilassare, lo svela la scienza

Comunemente si ritiene che fra le proprietà più significative della lavanda ci sia quella di essere lenitiva e di favorire l’equilibrio psicofisico promuovendo il rilassamento. Ma non sarebbe soltanto una convinzione, visto che tutto ciò è provato anche scientificamente.

Oggi si usano molto i prodotti a base di lavanda anche per il loro caratteristico profumo molto invitante e proprio quest’ultimo stimola i sensi e induce la nostra psiche a generare sensazioni positive.

In particolare l’olio di lavanda è stato oggetto di numerose ricerche scientifiche, perché potrebbe avere degli effetti importanti nell’alleviare l’ansia e nel ridurre i disturbi legati al sonno. I ricercatori dell’Università di Kagoshima, in Giappone, hanno scoperto che le sostanze odorose che compongono gli estratti della lavanda possono agire veramente nel combattere gli stati ansiosi.

=> Scopri l’uso dell’olio essenziale di lavanda per la cura dei capelli

Gli esperti hanno verificato l’effetto del linalolo sugli animali da laboratorio. Il loro obiettivo era quello di scoprire se a rendere l’effetto rilassante sia l’odore o ci sia di più. Hanno potuto così mettere in evidenza che è proprio l’odore a svolgere un effetto ansiolitico, perché entravano in gioco soprattutto i neuroni olfattivi. I ricercatori hanno confermato:

Abbiamo scoperto che l’odore del linalolo ha un effetto ansiolitico nei topi. Tutto ciò non influisce nemmeno nel loro movimento.

Quest’ultimo particolare è molto importante, perché studi precedenti avevano suggerito che l’effetto del rilassamento si poteva indurre soltanto con iniezioni di linalolo, che avevano però un effetto collaterale negativo sul movimento.

La nuova ricerca suggerisce prospettive per il futuro molto interessanti, perché il linalolo potrebbe essere utilizzato proprio per rilassare i pazienti con l’anestesia durante gli interventi chirurgici e per alleviare lo stress prima dell’operazione.

26 ottobre 2018
Lascia un commento