Un progetto per la realizzazione di una lampadina verde promette di rivoluzionare il mondo dell’illuminazione domestica. Realizzato dal designer Gyula Bodonyi, il concept vede l’introduzione di una lampadina al LED completamente alimentata da un’alga, per il massimo del risparmio energetico.

>>Scopri le lampadine LED da 100 watt

Si chiama AlgaeBulb e promette di portare, qualora dalla fase di progetto si passasse alla realizzazione vera e propria, l’alta tecnologia verde alla portata del consumatore domestico. La struttura della lampadina vede un normale attacco a vite, ma non viene utilizzata la rete elettrica per generare luce. Il bulbo, infatti, contiene un circuito a LED collegato a una speciale alga, quest’ultima alimentata da una piccola pompa d’aria per consentirne la normale vita.

Il sistema assorbe l’anidride carbonica e l’acqua da un’apposita pompa, posizionata in prossimità dell’aggancio a vite. Quando l’aria entra all’interno del bulbo in vetro, alimenta delle micro-alghe della famiglia chlorella pyrenoidosa. Man mano che le alghe crescono e fioriscono, rilasciano nel bulbo dell’ossigeno, quest’ultimo sfruttato per alimentare il circuito LED d’illuminazione.

Da spenta la lampada appare di un verde molto scuro, proprio per la presenza di alghe e vegetali al suo interno. Una volta accesa, però, pare sia in grado di emettere una forte luce verde fosforescente, colore tra l’altro noto in arredamento per le sue capacità di regalare calma e relax.

>>Scopri il LED che dura 40 anni

Le dimensioni, poco più piccole di una lampadina standard in formato candela, garantiscono luce sufficiente per illuminare un piccolo ambiente, per abbellire abat-jour o lampade da comodino. I bulbi, tuttavia, possono essere combinati fra loro per ottenere una luminosità maggiore, così da provvedere alle esigenze di stanze anche più ampie. Assorbendo anidride carbonica e rilasciando ossigeno, inoltre, queste lampadine facilitano l’abbattimento dell’inquinamento domestico rendendo l’aria più respirabile. Non è dato ben sapere se e quando l’AlgaeBulb verrà fabbricata e distribuita su larga scala, ma questo concept di certo dimostra come la tecnologia è pronta a essere amica dell’ambiente e come esistano delle modalità per sfruttare l’energia elettrica praticamente a impatto zero.

2 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Marco Grigis, mercoledì 5 giugno 2013 alle10:54 ha scritto: rispondi »

Non è ancora in produzione, al momento - come riferito dall'articolo - si tratta di un concept della designer Gyula Bodonyi.

abc, lunedì 3 giugno 2013 alle19:17 ha scritto: rispondi »

Buonasera, chi è il produttore di queste lampade?

Lascia un commento