La Formula 1 diventa “verde”, al via un programma per ridurre le emissioni

Svolta verde in Formula 1? Difficile dirlo adesso, ma stando agli impegni presi dalla FOTA, l’associazione dei team di Formula 1, sembrerebbe proprio che in futuro le monoposto impegnate nel massimo campionato automobilistico saranno più rispettose dell’ambiente.

La FOTA ha infatti commissionato uno studio per capire meglio che livelli di emissioni vengono prodotti durante i gran premi, decidendo inoltre di adottare nuove regole cui i team dovranno sottostare nella realizzazione delle proprie monoposto fin dal 2013.

L’obiettivo è di promuovere la costruzione di motori a più alta efficienza di quanto non siano attualmente, in grado di limitare le emissioni inquinanti e di ridurre conseguentemente l’impatto ambientale delle corse, seppur va precisato che il grosso delle emissioni prodotte ad ogni gara non è legato al consumo delle monoposto in sé quanto agli spostamenti connessi con l’organizzazione dell’evento.

La FOTA lavorerà ovviamente a fianco della FIA, che dovrebbe sostenere il programma con l’introduzione di apposite norme al regolamento della Formula 1. A tal proposito, grande soddisfazione è stata espressa da Martin Whitmarsh, presidente FOTA nonché Team Principal della scuderia McLaren:

La buona notizia è che, grazie agli sforzi compiuti da FIA e FOTA per migliorare l’efficienza e limitare l’uso delle in Formula Uno, è già stato possibile ridurre le emissioni totali di carbonio. Inoltre, basandosi su quanto abbiamo già realizzato, ed estrapolando ciò che è in progetto, prevediamo che entro il 2012 la Formula Uno potrebbe ridurre le sue emissioni di carbonio totali del 12,4% rispetto al 2009.

Una novità sicuramente di rilievo soprattutto per l’immagine delle competizioni automobilistiche, spesso accusate da più parti di produrre elevate quantità di emissioni. Va comunque detto che già oggi alcune scuderie hanno cercato di migliorare l’impatto ambientale delle proprie monoposto, come ad esempio la Ferrari, che a Montreal ha utilizzato del biofuel prodotto a partire dalla paglia.

2 luglio 2010
Lascia un commento