La Coca Cola diventa bianca per salvare gli orsi polari

Qualcuno, nelle prossime settimane, penserà che il cameriere abbia confuso le ordinazioni, vedendosi servire una lattina di Coca Cola completamente bianca. Invece è tutto regolare: a partire dal 1 novembre, la bibita made in Atlanta sarà venduta in speciali lattine e bottiglie “total white”, nell’ambito di “Arctic Home”, una campagna di sensibilizzazione sulla salvaguardia degli orsi polari.

Per la prima volta nella sua lunga storia, dunque, la Coca Cola abbandona il tradizionale rosso intenso che l’ha resa immediatamente riconoscibile a diverse generazioni in ogni parte del mondo. E lo fa per aiutare il WWF nella lotta per la salvezza degli orsi bianchi, minacciati dal cambiamento climatico e dalla pressione antropica.

Vogliamo aiutare l’orso polare, un’icona natalizia della Coca Cola fin dal 1922, contribuendo a conservare il suo habitat artico – ha dichiarato Muhtar Kent, presidente e CEO di The Coca Cola Company. – Ecco perché abbiamo deciso di usare una delle nostre risorse più grandi, il nostro marchio di punta, Coca Cola, per sensibilizzare i consumatori su questa importante causa.

La collaborazione con il WWF prevede un contributo iniziale da parte della società texana di 2 milioni di dollari, che l’associazione ambientalista userà per iniziative a difesa dell’habitat degli orsi polari. Coca Cola, inoltre, chiederà ai suoi consumatori di contribuire a loro volta con un SMS solidale a sostegno della causa.

Per raggiungere lo scopo, saranno distribuite, nella stagione delle feste natalizie, 1,4 miliardi di lattine bianche con il disegno di una mamma orsa con due cuccioli. Tappi total white saranno inoltre presenti sulle bottiglie di Coca Cola, Diet Coke, Coke Zero, Sprite, Nestea, Minute Maid e altri prodotti del brand.

Gli orsi polari ispirano l’immaginazione. Sono enormi, potenti, belli e vivono in nessun luogo a parte l’Artico, le loro vite sono intimamente legate al ghiaccio marino, che ora si sta sciogliendo a un ritmo allarmante – ha commentato Carter Roberts, presidente del WWF – Grazie alla collaborazione con Coca Cola, potremo aumentare la visibilità degli orsi polari e della situazione che stanno affrontando e, soprattutto, convincere un maggior numero di persone a impegnarsi al nostro fianco per proteggere la loro casa.

Le donazioni per “Arctic Home” possono essere effettuate anche online, sul sito della campagna. La raccolta fondi sarà avviata il 1 novembre e proseguirà fino al 12 marzo 2012. Basterà questa iniziativa per cancellare le accuse di una scarsa attenzione all’ambiente, rivolte spesso alla Coca Cola? Forse no, ma intanto gli orsi polari ringraziano.

27 ottobre 2011
In questa pagina si parla di:
wwf
Lascia un commento