La società Space Energy ha annunciato di avere un progetto che permetterebbe di catturare e trasmettere l’energia solare nello spazio.

In breve il progetto consisterebbe nell’equipaggiare un satellite di una grande quantità di pannelli solari affinché possa captare l’energia. In seguito questa energia dovrebbe essere convertita in radiofrequenze che sulla Terra, in un centro unico al mondo, dovrebbe essere ritrasformata in corrente elettrica.

Fantascienza o realtà? Bisogna considerare che ogni secondo la nostra atmosfera è penetrata da 200 milioni di gigawatt di energia solare, ovvero più di tutta l’energia che l’uomo ha prodotto da quando abbiamo fatto ricorso all’elettricità.

E in ogni caso è urgente sfruttare filoni come questo, perché nel 2100 la domanda di elettricità sarà il triplo di quella attuale. Per soddisfare questo fabbisogno con l’energia rinnovabile bisognerebbe moltiplicare per 25 la produzione attuale.

L’energia solare spaziale potrebbe essere un mezzo per contribuire a questo obiettivo. L’amministratore delegato di Space Energy non pensa che un giorno si potrà avere un’energia solare spaziale allo stesso prezzo di quella ottenuta a partire dal carbone. Ma crede comunque che visto il bisogno di elettricità che ci sarà nel futuro, noi saremo obbligati a pagarla più cara pur di averla. Vedremo.

2 marzo 2009
Lascia un commento