Kepler Motion: supercar ibrida da 800 cavalli

La supercar ibrida che la Kepler Motors ha annunciato qualche anno fa si prepara ad arrivare sulle strade e a conferma che il progetto, nonostante il silenzio creatosi attorno, abbia visto proseguire i lavori ci sono due filmati ufficiali che mostrano la vettura in prova su alcuni percorsi extraurbani dove può mettere in mostra le doti di accelerazione e agilità che dovrebbero appartenere a una sportiva ad alte prestazioni.

Il modello in questione è la Kepler Motion Hybrid ed è una coupé estrema che fin dall’aspetto estetico tradisce le velleità corsaiole nonostante sia caratterizzata da una motorizzazione ibrida, che vede affiancare un propulsore a benzina, un EcoBoost di 3,5 litri di origine Ford, a una coppia di motori elettrici che consentono di portare la potenza complessiva a circa 800 cavalli.

Lo schema tecnico prevede che il motore termico da 550 cavalli fornisca la coppia alle ruote posteriori, mentre i due motori elettrici hanno il compito di agire sulle ruote anteriori, erogando una potenza ulteriore di 250 cavalli. La Kepler Motion Hybrid è quindi una supercar a trazione integrale, il cui sistema propulsivo non funziona in parallelo come avviene su altre auto ibride, ma agisce in maniera slegata tra la componente termica e quelle elettriche, che agiscono ognuno sul rispettivo assale.

La monoscocca in fibra di carbonio della Kepler Motion consente un notevole risparmio sotto il profilo del peso, consentendo alla sportiva di assicurare un’ottima accelerazione, al punto da coprire lo scatto da 0 a 100 km/h in poco più di due secondi, e di arrivare a toccare una velocità massima di 200 miglia orarie, corrispondenti a circa 322 km/h.

Il prototipo mostrato nei filmati diffusi da Kepler Motion conferma che la supercar non lesinerà sulle emozioni, a partire dal “sound” del propulsore a benzina, il quale ha poco da invidiare al rombo che si può ascoltare nelle accelerazioni di altre sportive con propulsione tradizionale, mentre l’impatto ambientale, seppur ancora tutto da verificare, sarà sicuramente contenuto in rapporto alla categoria del veicolo.

23 ottobre 2012
Lascia un commento