La cagnolina Kabang ha superato con successo l’operazione di ricostruzione del muso. Dopo cinque lunghe ore di intervento, presso l’Università di California-Davis negli Stati Uniti, la piccola si è risvegliata dall’anestesia. La riparazione maxillo-facciale le ha donato un nuovo muso, chiudendo per sempre lo squarcio che le deturpava la fisionomica. Dopo l’incidente subito nel 2011 a Zamboanga nelle Filippine, la cagnolina era rimasta priva della parte superiore della mascella.

>>Scopri le cure di Kabang, la cagnolina senza muso

Per aiutare due bambine della sua famiglia, si era gettata sotto una macchina in corsa. Le fanciulle si erano salvate, ma la ruota del mezzo aveva strappato a Kabang parte del muso. Incredibilmente sopravvissuta al tutto era riuscita a trovare un equilibrio, che le consentiva di mangiare, bere e respirare. La cagnolina, che aveva avuto anche dei piccoli, era diventata l’eroina della zona. Ma a causa delle precarie condizioni economiche della sua famiglia, da tempo non versava in ottime condizioni di salute.

Di lei si era occupata la Animal Welfare Coalition e Karen Kenggot, che aveva organizzato una raccolta fondi per far curare Kabang in America. La piccola, volata oltreoceano, era stata da prima curata per la filariosi, poi per un tumore mammario e quindi sterilizzata. Infine l’operazione di ricostruzione avvenuta con successo, durante la quale i medici le hanno chiuso la ferita superiore per prevenire infezioni. Ricostruito le narici, estratto alcuni denti e riparato la palpebra sinistra del tutto mancante.

>>Leggi la storia di Kabang, la cagnolina eroina

A detta dei medici la cagnolina è il paziente ideale, nonostante gli interventi continua a scodinzolare e accetta di buon grado medicine e cure. Ora dopo l’intervento ha potuto ricevere le prime visite in terapia intensiva, dove ha mangiato per la prima volta senza l’ausilio del tubo. Una dimostrazione dei progressi che sta affrontando rapidamente con successo.

; GMA News

3 aprile 2013
Lascia un commento