Justin Bieber torna al centro delle polemiche animaliste sui social network, a seguito delle vicende che lo videro coinvolto con una scimmietta qualche anno fa. La popstar, nonché idolo delle ragazzine, in questi giorni si è fatto fotografare in compagnia di una tigre al guinzaglio, una scelta che ha scatenato le reazioni di protesta di molti fan, ma anche un intervento diretto da parte di PETA. Al momento, però, il giovane non ha voluto rispondere alle polemiche.

Il tutto sarebbe accaduto lo scorso sabato, quando sulla pagina Instagram di Justin Bieber sono apparsi degli scatti del cantante in compagnia di una tigre, legata al guinzaglio. Stando alle ricostruzioni della stampa statunitense, la star pare si trovasse a Toronto per qualche giorno, in occasione della festa di fidanzamento del padre. La pubblicazione dello scatto è stata seguita da critiche accese da molti i fan, i quali hanno voluto ricordare come una tigre non sia un animale domestico, né un esemplare da tenere legato. Nel frattempo, l’associazione PETA ha voluto inviare una nota alla popstar dei record, per mano della vicepresidente senior Lisa Lange:

Justin Bieber è stato fortunato che la tigre non l’abbia aggredito alla gola. […] Le tigri usate per simili foto vengono strappate dallo loro madri poco dopo al parto.

Secondo quanto riferito dall’associazione e da alcune testate canadesi, il sospetto è che il felino provenga da una struttura di Bowmansville, salita agli onori della cronaca qualche anno fa per dei maltrattamenti. Come già accennato, la risposta sui social network è stata molto accesa, con molti utenti pronti a sottolineare come alcuni animali selvatici utilizzati a scopo di intrattenimento siano stati privati di una vita nel loro habitat naturale, nonché sottoposti a severe privazioni. Nel 2013, il cantante è finito al centro delle polemiche online a causa della sua scimmietta, confiscata dalle autorità tedesche mentre il giovane si trovava in Germania per il suo tour.

2 maggio 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento