Se vi fossero ancora dei dubbi sulle prestazioni delle auto elettriche, Johnny Depp ha deciso di smentirle in un colpo solo: l’attore è stati infatti fermato insieme ad alcuni colleghi per eccesso di velocità, a bordo di una fiammante Tesla. E non solo non è apparso preoccupato per la multa ricevuta, ma ha elogiato pubblicamente le doti della vettura.

L’occasione è singolare: l’interprete dell’imminente “Trascendence”, infatti, stava vivendo la sua prima prova su strada con un’auto elettrica. Presentato dal regista Wally Pfister a Elon Musk, il CEO di Tesla, l’attore avrebbe chiesto di provare una delle tanto chiacchierate vetture. Non è però salito al posto di guida, perché ha preferito lasciare l’onore e l’onere proprio al capo dell’azienda.

Il viaggio è tuttavia durato pochissimo. Dopo pochi minuti dalla partenza, un poliziotto ha fermato l’automobile e chiesto i documenti al conducente, comminando quindi una multa per eccesso di velocità. Così spiega il divo hollywoodiano:

È stata una delle migliori esperienze della mia vita. Il regista mi ha presentato a Elon Musk di Tesla. È arrivato, ha visitato il set e siano andati a farci un giro con la sua auto, ma la polizia ci ha fatto accostare. Ero sul sedile di fronte, mentre Pail Bettany sedeva sulle mie ginocchia. Rebecca e Wally Pfister erano invece dietro. Elon ha sfoderato il suo buon senso dell’umorismo, ma non il poliziotto. È stato divertente.

L’attore si è detto impressionato dai progressi del mercato delle vetture elettriche, tanto da apprezzare non solo il comfort e le performance pari alle auto tradizionali, ma anche il rumore ridottissimo del motore. In merito a “Trascendence”, il film che lo vedrà protagonista in un inquietante futuro di intelligente artificiali, Depp ammette invece di non essere molto ferrato con computer e nuove tecnologie.

I miei figli sono sufficientemente intelligenti da non rivolgersi a me con domande sul computer o i compiti. A meno che non abbiano a che fare con la storia o il futuro della musica, dove me la cavo. Se si tratta di matematica e tutto il resto, fuggo.

E chissà che per fuggire dall’incubo dell’algebra e della geometria non sfrecci con una nuova e fiammante Tesla.

17 aprile 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Silvano Ghezzo, sabato 19 aprile 2014 alle23:36 ha scritto: rispondi »

Per curiosità mi piacerebbe sapere l'ammontare del compenso dato a Johnny Depp dalla Tesla per l'ottimo spot pubblicitario. Acc..... forse sono troppo perfido.

Lascia un commento