L’attrice Jessica Biel ha deciso di lanciare una linea di accessori completamente eco-friendly: con l’aiuto del fratello Justin Biel e dell’amico d’infanzia Grason Ratowsky, prende vita la collezione Bare. Borse, zaini, sacche e pochette: tutti gli oggetti, in vendita sul sito ufficiale dell’iniziativa, provengono da materiali di riciclo nel pieno rispetto dell’ambiente.

Realizzati a mano in Colorado, gli accessori della linea Bare vengono creati a partire da sacchi di cotone e iuta precedentemente utilizzati per il trasporto dei chicchi di caffè. Il trio, tra cui la splendida moglie di Justin Timberlake, ha seguito il progetto dagli stadi iniziali fino alla realizzazione degli oggetti veri e propri, quest’ultimi disponibili a prezzi tra gli 80 e i 300 dollari. Un costo forse non sempre accessibile, ma in difesa della collezione va sottolineato come ogni pezzo sia personalizzabile in fase d’acquisto.

L’idea è nata da un viaggio del padre di Ratowsky in Costa Rica: ritornato in patria, ha portato con sé alcuni esemplari dei sacchi di caffè. Così i tre amici, verificandone la resistenza e il look particolarmente urban, han pensato di poterli lanciare sul mercato nel pieno dell’ottica del riciclo. Una nuova vita per degli accessori belli alla vista e comodi da utilizzare, sia per un’occasione speciale che per le attività di tutti i giorni. L’attrice non può esserne più entusiasta, così come rivela in una recente intervista per la versione statunitense di Vogue:

È la borsa che uso sul set. Vi sono tutti i miei copioni, le mie cose, quelle del mio personaggio, mi segue tutti i giorni al lavoro. […] Siamo tutti cresciuti con le montagne Flatiron alle nostre spalle. Se si ha un po’ di cervello, si guarda fuori dalla finestra e si dice: “Wow, questo mondo è qualcosa che voglio proteggere”.

Da qui l’idea delle borse eco-friendly, per dimostrare come il riciclo possa essere alla moda, per sottolineare come per essere fashion non serva lo sfruttamento indebito delle risorse dell’ambiente.

19 ottobre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Via:
Lascia un commento