L’interesse per l’ambiente da parte di James Cameron non è di certo una novità: il regista di Titanic ha sviluppato una grande passione per la natura, in particolare durante la lunga preparazione di Avatar. E così il rappresentante di Hollywood non solo ha deciso di convertirsi alla dieta vegana, ma ha anche vinto un Nat Geo Award come esploratore dell’anno.

>>Scopri tutte le star vegane e vegetariane

Il National Geographic, una delle riviste ambientali più autorevoli di tutto il mondo, ha tenuto questa settimana il suo gala per premiare quei personaggi pubblici che più si sono distinti per la protezione della natura. Cameron, da tempo impegnato nell’esplorazione degli oceani per la registrazione del sequel di Avatar e di altri progetti, si è aggiudicato il titolo di Explorer Of The Year. E chi più di lui se lo sarebbe potuto meritare, con le sue immersioni nel profondo delle fosse delle Marianne e la sua fattoria vegana in Nuova Zelanda.

Nel discorso di ringraziamento per l’ambito titolo, il regista ha così spiegato il suo nuovo stile di vita:

Ho avuto un’epifania di recente. Voglio sfidare tutti voi nel profondo delle vostre coscienze, voi che siete gli amministratori della Terra e degli oceani. Cambiando ciò che mangiate, cambierete l’intero contratto esistente tra il genere umano e il mondo naturale.

>>Scopri le fonti rinnovabili usate in Avatar 2 di James Cameron

Un discorso che ricorda da vicino un intervento video risalente allo scorso autunno, quando Cameron aveva lanciato il suo monito a tutti gli ambientalisti: chi ha a cuore davvero la natura non mangia, e non deve mangiare, carne o prodotti di origine animale. Per questo il veganesimo sarebbe l’unica soluzione, almeno secondo il regista, perché anche alimenti come latte e uova potrebbero provenire dallo sfruttamento di esseri viventi.

Secondo quanto riportato da Ecorazzi, però, pare che il gala a cui ha partecipato prevedesse un buffet a base di gamberetti e carne di bisonte. E sembra che i presenti siano stati serviti subito dopo l’intervento del regista. Nessuna polemica con gli organizzatori, però: pare fossero prodotti di origine animale tutti provenienti da allevamenti ecosostenibili.

18 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento