Jackie, 22 anni, è un esemplare di orango che vive libera nella giungla del parco forestale di Poring, nell’isola del Borneo. La particolarità di questo animale è quella di essere obesa, infatti il primate pesa più di 100 chilogrammi. Ovvero più del doppio del suo peso forma e, per questo, è stata prelevata dalla sua vita selvaggia e condotta presso il centro Wildlife Department nello stato di Sabah. Da tre mesi segue una dieta ferrea fatta di cibo sano, frutta e verdura.

>>Scopri gli orango e gli iPad

L’incredibile peso ha spaventato gli studiosi e gli specialisti, che si sono subito prodigati per il suo recupero e le cure del caso. La causa della sua obesità è da imputare all’errata benevolenza dei turisti del parco forestale, sempre pronti a fornire cibo agli animali della giungla. Ma non sempre l’alimentazione umana è adatta all’apparato digerente degli esemplari, il più delle volte conduce a problemi di natura patologica. Come per Jackie che per anni si è cibata di cibo spazzatura, ingrassando copiosamente.

Ora il programma di dimagrimento sta dando i suoi frutti e lentamente l’orango sta perdendo peso. Come sostiene il direttore del centro, Laurentius Ambu, Jackie ora è un animale più sano e più felice. Ma la condizione dell’orango femmina è piuttosto diffusa, sono circa 60.000 gli esemplari liberi di circolare. Quasi l’80% vive in Indonesia e il resto in Malesia, e spesso soffrono a causa del bracconaggio e per la devastazione del loro habitat in favore delle piantagioni di olio di colza.

Non ultimo un turismo irresponsabile che sfrutta il loro atteggiamento amichevole, fornendo cibo non idoneo alla loro dieta. Molti orango purtroppo si alimentano con prodotti lasciati incautamente all’interno della giungla, magari di natura industriale come barrette e snack. Perdendo l’abitudine alla ricerca del cibo all’interno della giunga, quindi divenendo più pigri, lenti e perciò facili prede.

25 luglio 2013
Fonte:
Lascia un commento