Bologna e la vigilanza scendono in campo insieme per combattere il degrado cittadino e l’aggressività. In particolare intensificando la presenza durante i turni serali e notturni, quindi introducendo l’importante figura dell’istruttore cinofilo. Il progetto viene svolto a titolo gratuito dal professore Giuseppe Barbiere che, in passato, aveva già collaborato volontariamente con la municipale con un supporto importante. L’obiettivo ora è quello di istruire i vigili per agire correttamente nei confronti dei cani aggressivi. In particolare dopo svariati casi che hanno coinvolto alcuni punkabbestia e i loro animali di affezione, aizzati appositamente contro il personale in servizio. Il professore si occuperà di istruire il gruppo per gestire nel modo più giusto i cani più nervosi, quindi eventuali attacchi improvvisi e pericolosi. Infatti la presenza dei quadrupedi:

[….] se non correttamente gestita, può determinare situazioni potenzialmente pericolose per gli operatori e le persone presenti.

Saper interagire con i cani utilizzando il giusto linguaggio può aiutare a prevenire reazioni potenzialmente gravose. L’animale segue le regole fornitegli dal proprietario, senza avere una responsabilità precisa o una motivazione legata all’odio. Come specifica il consulente sono comportamenti messi in atto:

[…] dal cane per esprimere disagio, sofferenza o aggressività, se conosciuti, possono essere utilizzati per prevenire le aggressioni e per ridurre la tensione.

È un passaggio importante, molto utile, che potrebbe aiutare ad arginare azioni cruente e derive comportamentali violente. Dove a subire l’onta peggiore e le ripercussioni sarebbero comunque i cani stessi e non i veri responsabili. Il compito delicato, ma molto utile, dell’educatore e comportamentista cinofilo potrebbe risultare di vitale importanza. Agire con i mezzi corretti, i comandi più consoni e con l’atteggiamento più calmo ma deciso è la risposta migliore. Un animale avviato verso una sequenza comportamentale fatta di privazioni, comandi, gesti decisi e brutali è un essere che subisce senza comprendere. La sua unica arma di risposta è l’aggressività che mette in pratica per difesa personale contro la violenza.

11 settembre 2015
Fonte:
Lascia un commento