Un viaggio nel Belpaese a bordo della nuova Classe B Electric Drive che toccherà ben 14 città tra ottobre e novembre. L’obiettivo di Mercedes-Benz con l’iniziativa #IoSonoElettrica, partita oggi a Roma presso l’Outdoor Festival di via Guido Reni, è ambizioso: far crescere la cultura delle auto elettriche e far capire agli italiani che la rivoluzione elettrica è qualcosa di concreto e alla portata di tutti.

“Cinque anni fa, con smart e il progetto e-mobility Italy insieme a Enel siamo stati i primi a parlare di futuro elettrico per la mobilità anche in Italia. Oggi diamo inizio ad una nuova fase che vede protagonista anche Mercedes con la Classe B 100% elettrica”, ha dichiarato Roland Schell, Presidente di Mercedes-Benz in Italia. “Già allora sottolineavamo l’importanza di fare sistema ed è oggi un immenso piacere per me proseguire questo viaggio al fianco di tanti partner, istituzioni e stakeholders, pronti a costruire insieme a noi una reale cultura della mobilità elettrica.”

L’e-tour, il viaggio a bordo della Classe B Electric Drive, non vede soltanto l’impegno di Mercedes, ma anche di partner di livello come Enel, Michelin e Aci, dei player fondamentali per far crescere le cultura delle elettriche in Italia e consentire alle auto a zero emissioni di affermarsi sul mercato. In primis c’è l’impegno di Enel Energia, strategico per quanto riguarda l’infrastruttura di ricarica, ma anche per la proposta di offerte dirette agli utenti finali che vogliano acquistare un’auto elettrica e provvedere autonomamente alla ricarica della stessa nella propria abitazione. Di estrema importanza anche l’apporto di Michelin, che da danni lavora al miglioramento dell’efficienza degli pneumatici con i modelli Energy Saver Plus, montati sulla Classe B Electric Drive, che diventano cruciali per consentire alle auto elettriche di risparmiare energia elettrica, aumentandone di fatto l’autonomia.

L’ultimo partner che accompagnerà Mercedes nel tour, è Aci che ha deciso di presentare ad Arese il primo protocollo di guida sicura per auto elettriche che punta proprio a insegnare come guidare al meglio questo tipo di vetture che, a differenza delle auto a motore endotermico, hanno un differente assetto (baricentro più basso), un fattore da tenere in considerazione nello stile di guida da adottare. Inoltre il supporto di Aci sarà doppiamente importante in quanto un carro attrezzi dell’Automobile Club d’Italia dotato di ricarica rapida seguirà le tre vetture Classe B Electric Drive in giro per l’Italia, pronto a soccorrerle in caso di batteria scarica.

Il tour, come detto, attraverserà l’Italia da Nord a Sud e terminerà a fine ottobre a Torino, con la tappa finale presso il congresso nazionale dell’Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italiani).

12 ottobre 2015
Lascia un commento