Si conclude al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino IoSonoElettrica, il primo giro d’Italia effettuato a bordo di un’auto elettrica. Protagonista la mobilità a zero emissioni, “incarnata” in questo caso dalla Classe B Electric Drive firmata da studenti, sindaci, giornalisti e blogger.

Oltre 5.800 i chilometri percorsi, 18 le grandi e piccole città toccate da #IoSonoElettrica. Da Bolzano a Matera la Classe B Electric Drive ha cercato di dimostrare quanto sia ormai matura la tecnologia delle auto elettriche, utili non soltanto per i piccoli spostamenti cittadini, ma anche per tratte di maggiore estensione. Un progetto realizzato da Mercedes con la collaborazione di ENEL, che ha prestato i suoi punti di ricarica, ACI, Michelin e Fondazione Laureus Italia.

Partito da Roma il 12 ottobre 2015, il giro d’Italia a zero emissioni ha raggiunto città come Bologna, Reggio Emilia, Modena, Perugia, Genova, Firenze, Udine, Venezia, Milano, Torino, Piacenza, Matera e Benevento. Una volta raggiunta la destinazione finale del Museo Nazionale dell’Automobile di Torino per la Classe B Electric Drive previsti due mesi di esposizione presso la struttura all’interno dell’area “Innovazione”.

Tutte le attività connesse a #IoSonoElettrica e destinate all’informazione e alla promozione della mobilità elettrica sono state anch’esse a zero emissioni. L’iniziativa ha aderito al progetto Impatto Zero di Lifegate, compensando le proprie emissioni di CO2 “contribuendo alla tutela di oltre 15.000 mq del Parco del Ticino, alle porte di Milano”.

La Classe B Electric Drive dispone di una batteria agli ioni di litio che garantisce 180 CV (132 kW) e 340 Nm di coppia massima già al regime minimo, prestazioni sportive e un’autonomia di circa 200 chilometri. Testimonial dell’iniziativa lo chef stellato Davide Oldani e Cristina Chiabotto. Soddisfazione espressa da Roland Schell, presidente di Mercedes-Benz in Italia:

Con il tour #IoSonoElettrica, al volante di Classe B Electric Drive abbiamo attraversato tutta l’Italia. È stata davvero un’esperienza bellissima che ci ha permesso di raccontare agli italiani la nostra visione della mobilità del futuro. Siamo orgogliosi che la protagonista del primo giro d’Italia in automobile a impatto zero venga ospitata nel Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, uno dei luoghi che meglio rappresenta i valori e la storia della mobilità.

29 febbraio 2016
I vostri commenti
guido vicario, martedì 1 marzo 2016 alle3:48 ha scritto: rispondi »

vorrei sapere con quale energia elettrica è stata ricaricata la Mercedes di "IOSONO ELETTRICA". poichè si parla di ENEL;parliamo anche di energia TERMOELETTRICA prodotta con nafta e petrolio. in tutta l'operazione si TACE dunque che il beneficio ambientale è pari a zero. in linea con il DIESLGATE.

Lascia un commento