Per dare una nuova spinta agli investimenti nel fotovoltaico, l’Unione Europea ha finanziato un nuovo progetto denominato Solar Bankability. L’iniziativa, lanciata ufficialmente il 1° marzo scorso, mira a ridurre i rischi degli investimenti nel fotovoltaico per rendere il settore più appetibile per i mercati finanziari europei.

Al progetto Solar Bankability hanno aderito alcune delle più importanti società di consulenza del settore fotovoltaico europeo, centri di ricerca, enti di certificazione e associazioni di categoria: 3E, ACCELIOS Solar, EURAC, EPIA e TÜV Rheinland. Il progetto è coordinato dall’EURAC, L’Accademia europea di Bolzano, e ha ricevuto fondi UE per un milione e mezzo di euro nell’ambito del programma di ricerca Horizon 2020.

I membri potranno contare sul supporto di un comitato tecnico composto dai maggiori esperti di fovoltaico, provenienti da ogni ramo della filiera solare. Nei prossimi due anni il gruppo di lavoro del progetto Solar Bankability lavorerà intensamente per individuare i rischi connessi agli investimenti nel fotovoltaico e i relativi costi.

L’obiettivo del progetto è di instillare nuova fiducia negli investitori, mettendo a punto pratiche comuni per la valutazione dei rischi finanziari nei diversi modelli di business. Una volta individuati i rischi tecnici legati agli investimenti nel fotovoltaico lungo l’intero ciclo di vita dei progetti, la commissione metterà a punto strategie per mitigarli.

Nello specifico, il progetto Solar Bankability si occuperà della messa a punto di nuove procedure per la valutazione dei rischi connessi agli investimenti nel fotovoltaico. In una fase successiva, gli esperti analizzeranno l’impatto dei rischi individuati sulla produzione di elettricità e sui guadagni attesi dagli investitori.

Alla fine del progetto, il lavoro della commissione di esperti di Solar Bankability dovrebbe fornire agli investitori le pratiche migliori per mitigare i rischi degli investimenti nelle energie rinnovabili, fornendo modelli di business più attuali e sicuri e linee guida aggiornate per far fronte ai cambiamenti nelle normative e alle maggiori criticità del settore.

Il coordinatore del progetto Solar Bankability, David Moser, si è detto felice dell’impegno mostrato dall’Unione Europea per attrarre nuovi investimenti nelle fonti rinnovabili.

Caroline Tjengdrawira, responsabile tecnico del progetto, ha sottolineato quanto sia importante per l’Europa dotarsi di nuovi strumenti per la conoscenza e la comprensione dei rischi finanziari e tecnici degli investimenti nel fotovoltaico, al fine di poter fornire agli investitori consigli mirati, aumentandone la fiducia.

31 marzo 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento